martedì 28 giugno 2016

Risotto al pesto di melissa, capesante e pomodoro fresco


Buongiorno a tutti, pensavate che fossi in vacanza? Chi mi segue sui social sa che la mia latitanza è dovuta ad una bellissima cagnolina che da un paio di giorni mi fa compagnia. Purtroppo il 18 maggio abbiamo perso il mio cane, dopo 14 anni di vita con noi ci ha lasciati ed è stato un dolore immenso. La casa era vuota nonostante le mie amate gatte e quindi abbiamo deciso di adottare un cucciolo che potesse crescere con noi e con i miei bambini. Così, dopo una pratica di adozione durata una settimana, ci hanno consegnato Uma, la nostra bellissima cucciola che era stata abbandonata a Bari. Adesso ha una bella famiglia che la ama ma io sono assorbita completamente da lei, mi sembra di avere di nuovo un bambino piccolo in casa!! Non posso lasciarla sola ed è in continuo movimento...sono addirittura arrivata a dormire quando lei dorme come facevo quando mia figlia era neonata!!! Come avrete capito sarò un po' meno presente per qualche settimana, il tempo di conoscerci e prendere qualche buona abitudine...oggi però sono riuscita a lasciarvi una ricetta, spero vi piaccia! Buona giornata da me e da Uma!


Ingredienti per 4 persone:

- 250g di riso per risotti (carnaroli o vialone nano)
- 2 pomodori ramati
- 8 capesante
- 750ml di brodo vegetale
- 1 mazzo di melissa
- 1 cucchiaio di mandorle pelate
- 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
- la scorza di un limone bio
- burro
- olio extravergine d'oliva
- sale
- pepe


Procedimento:

1) Immergete i pomodori in acqua bollente salata per 3 minuti circa. Scolateli, pelateli, eliminate la polpa interna e tagliate il resto a cubetti piccoli e regolari. Mettete da parte.
2) In una casseruola scaldate del burro, tostatevi il riso e sfumate con il brodo vegetale ben caldo, cominciate a cuocere il risotto aggiungendo di volta in volta il brodo e regolando di sale. Per una perfetta cottura sanno necessari 15-18 minuti.
3) Nel frattempo preparate il pesto frullando le foglie pulite di melissa con le mandorle, l'aglio, il parmigiano grattugiato e dell'olio (circa 100ml, dovete regolarvi un po' ad occhio). Regolate di sale.
4) In una padella scaldate una noce di burro e rosolate le capesante pochi minuti per lato, finchè non saranno dorate, salate e tenete al caldo.
5) Nel frattempo il riso sarà cotto, mantecatelo con il pesto di melissa e una noce di burro. Finite con i cubetti di pomodoro, della melissa fresca tritata e la scorza di limone. Prima di servire aggiungete le capesante, un filo d'olio e una generosa macinata di pepe nero.

mercoledì 22 giugno 2016

Mini croissants gamberetti, ricotta, lime e aneto


Settimana emotivamente impegnativa, di nuovo. I miei deboli nervi vanno sulle montagne russe e il mio corpo mi sta scaricando addosso la stanchezza di un anno di lavoro e di vita. Comunque tengo duro, venderò cara la pelle! All'orizzonte ci sono novità, ci sono le vacanze e poi chissà...Voglio guardare al futuro con ottimismo e far sapere alla mia famiglia che ci sono e ci sarò sempre. E poi per il resto si vedrà! Ora godiamoci uno spuntino, ovviamente preparato con una delizia di #CasaZarotti, i gamberetti al naturale. Buona giornata!


Ingredienti per 12 mini croissants:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rotonda
  • 2 cucchiai di ricotta
  • 75g di gamberetti al naturale (io Gamberetti al naturale Zarotti)
  • 1 mazzolino di aneto
  • la scorza grattugiata di un lime
  • 1 uovo
  • sale


Procedimento:

1) Mettete nel mixer i gamberetti, la ricotta, l'aneto e la scorza di lime e frullate il tutto fino a creare un composto omogeneo e pastoso, regolate di sale.
2) Tagliate la pasta sfoglia in 12 spicchi tutti uguali. Posizionate un cucchiaino di composto nella parte più larga dello spicchio (al centro) e arrotolate lo spicchio su se stesso a formare il mini croissant. Procedete con tutti gli altri.
3) Spennellate i croissants con l'uovo sbattuto ed infornateli a 180° per 15 minuti circa, finchè non saranno ben cotti e dorati. Lasciate intiepidire e servite.

lunedì 20 giugno 2016

Muffins (salati) con tonno, senape e brie


Buona settimana gente! Vi è mai capitato che la vostra vita si decidesse nel giro di poche ore? Che una serie di mail potessero farvi scendere in cantina e poi risollevarvi (purtroppo solo in parte :()? A volte passiamo mesi interi senza che si muova una foglia, a volte addirittura invochiamo il cambiamento ma quello non arriva. Avete capito che c'è fermento nell'aria, probabilmente dovrei avere l'umore sotto i piedi ma non ce la faccio proprio, forse crescendo ho imparato che le brutte notizie nascondono opportunità o forse ho chiuso e aperto troppe porte e portoni per stupirmi ancora di questa meravigliosa cosa che si chiama vita. Resta il fatto che, oggi, non riesco e non voglio essere triste, ma semplicemente spettatrice degli eventi che mi stanno coinvolgendo e che adesso non sono in grado di cambiare. Sono curiosa di scoprire come sarà il mio domani, mi sono rialzata 1000 volte e sono pronta a lottare, oggi più che mai, per la mia felicità e quella della mia famiglia. Vieni avanti vita non ho paura di te, ti aspetto destino ma fai attenzione che ho il coltello tra i denti!


Questa settimana ho due spunti per voi da preparare con i meravigliosi prodotti di #CasaZarotti, ma ne ho in serbo altri, quindi restate nei paraggi (#buonocomeilpesce) !!!

Ingredienti per 15/20 muffins:

  • 200g di farina
  • 3 uova
  • 100ml di latte
  • 100ml di olio d'oliva
  • 125g di brie
  • 2 cucchiai di senape antica (in grani)
  • 120g di filetti di tonno (io Filetti di Tonno all'olio d'oliva Zarotti)
  • 1 cipollotto
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 bustina di lievito istantaneo
  • sale



Procedimento:

1) Sbattete le uova con il latte, la senape e l'olio. Aggiungete quindi la farina setacciata, il cipollotto tritato, il parmigiano grattugiato e il sale e continuate a lavorare il composto.
2) Incorporate quindi il brie (senza buccia esterna e tagliato a piccoli cubetti) e il tonno precedentemente scolato e sminuzzato.
3) Per ultimo aggiungete il lievito istantaneo e amalgamate il tutto.
4) Versate il composto preparato nei pirottini di cartoncino o in quelli di carta (in questo caso servendovi di una teglia per muffins per dargli sostegno) riempiendoli per 3/4. Infornateli a 180° per circa 20-25 minuti, finchè non saranno ben cotti e dorati. Sfornate e lasciate intiepidire.
5) Servite i muffins con l'aperitivo o preparateli per un buffet...saranno un successo!

giovedì 16 giugno 2016

Scones (salati) al formaggio ed erbe aromatiche


Buongiorno cari amici, buon giovedì! Qui è una giornata davvero uggiosa e piuttosto grigiastra ma non riesco a risentirne, sono colta da un insolito ottimismo, da una voglia di fare che, date retta a me, devo assolutamente cavalcare! Quindi adesso vi lascio la ricetta, che è assolutamente da provare, e mi metto ai fornelli, sono sicura che verrà fuori qualcosa di interessante! Di questi scones vi dico solo che sono entrati di diritto nel mio "pacchetto buffet", più veloci e più saporiti dei panini dolci, sono una vera delizia se farciti con burro e salmone o, come ho fatto io, con formaggio fresco, miele e timo. Buona giornata a tutti!


Ingredienti per circa 15 scones:

- 225g di farina
- 150ml di latte
- 50g di burro
- 70g di formaggio dolce tipo Emmentaler o Edamer
- 2 cucchiai di erbe aromatiche tritate (timo maggiorana, rosmarino, origano)
- 3 cucchiaini di lievito istantaneo
- sale


Procedimento:

1) Lavorate il burro freddo tagliato a cubetti con la farina e il sale fino ad ottenere un composto sbriciolato. Poi aggiungete il formaggio, le erbe aromatiche e il latte e continuate a lavorare fino ad ottenere un composto omogeneo.
2) Stendetelo su un piano infarinato allo spessore di circa 2 cm. Con l'aiuto di un coppa pasta rotondo ricavate i vostri scones.
3) Sistemate gli scones in una teglia coperta con carta forno e cuoceteli a 200° per circa 12/15 minuti, finchè non saranno ben cotti e dorati (fate attenzione a non cuocerli troppo altrimenti si asciugano!). Sfornateli, lasciateli raffreddare e farciteli a vostro gusto. Servite!

lunedì 13 giugno 2016

Essenza: Tajine di pollo al limone


Ok, la settimana scorsa è stata una delle settimane più intense ed emotivamente impegnative che abbia mai vissuto. La fine delle lezioni, le recite scolastiche, l'ultimo giorno della scuola elementare da parte di mia figlia (che il prossimo anno comincerà la scuola media) con relativi "addii" e fiumi di lacrime, il mio saggio (venerdì sera ho "debuttato" sul palcoscenico di Ciriè e ho ballato come una matta per tutta la sera)...insomma, mi devo ancora riprendere, per non parlare delle 200 pizzate di classe...e non è ancora finita, quantità indefinite di pasta lievitata entreranno nel mio corpo già bello paffuto, nelle prossime ore (pizza con le amiche di danza e forse anche con le ex colleghe). 
Ma siamo qui, da oggi il ritmo delle mie giornate sarà più lento, come per tante mamme. Non ci saranno più i bimbi da andare a prendere e accompagnare a fare 1000 sport, tutto sarà diverso, temo anche meno produttivo. Non potendone nulla ci tocca adeguarci e goderci i nostri figli che fortunatamente (diciamo così!!!) passeranno più tempo con noi. Buona settimana a tutti.


Ingredienti per 4 persone:

  • 1 pollo di circa 1Kg di peso
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 cucchiaino di paprica dolce
  • 1 cucchiaino di curcuma
  • 1 cucchiaino di peperoncino in scaglie
  • 1 bustina di zafferano (o pistilli)
  • 2 cucchiai di olive nere denocciolate
  • 1 limone bio
  • il succo di 1 limone
  • 1 mazzolino di prezzemolo fresco
  • olio extravergine d'oliva
  • sale



Procedimento:

1) Tagliate il pollo in pezzi senza eliminare la pelle (tenete conto anche dei tempi di cottura dei vari pezzi in modo da calibrarne la grandezza e avere un pollo cotto perfettamente in ogni sua parte). Mettetelo a marinare con 1 cucchiaio d'olio, sale e le spezie (tranne lo zafferano) per almeno 30 minuti.
2) Scolate il pollo dalla marinatura e scaldate la stessa nella base del Tajine (o in una casseruola), rosolatevi il pollo per alcuni minuti girandolo di tanto in tanto, finchè non sarà ben dorato.Togliete il pollo e tenetelo al caldo da parte. A questo punto mettete in pentola la cipolla affettata, lo spicchio d'aglio schiacciato e lo zafferano (se dovesse essere necessario, aggiungete anche un filo d'olio), fate rosolare alcuni minuti.
3) Aggiungete quindi il succo di limone, il pollo, il limone bio (precedentemente ben lavato) tagliato a metà, e le olive. Regolate di sale e coprite con il coperchio (del tajine o tradizionale). Cuocete per 25 minuti circa a fiamma dolce. Servite ben caldo con il prezzemolo fresco tritato a finire e accompagnate con riso basmati o pane arabo.

venerdì 10 giugno 2016

Sweet friday: Naked Cake fragole, panna e meringa


Buon venerdì a tutti, il sole splende qui in campagna e il silenzio e rotto solo dal canto degli uccellini, è meraviglioso! Speriamo che anche oggi la pioggia non ci battezzi...staremo a vedere!! Allora, che ne dite di questa meravigliosa torta? Non dovrei dirmelo da sola però trovo che sia molto carina e soprattutto buonissima e soprattuttotutto è la torta che ho preparato per la festa dei 40 anni di mio marito. Trovo che gli assomigli infatti, è semplice nei sapori e fresca e quando meno te lo aspetti, in fondo, arriva la nota dolce della meringa che ti avvolge! ❤❤❤❤
Complice nella preparazione della torta è stata la Degustabox di maggio, piena zeppa di ottimi prodotti, lì ho trovato l' olio di semi di girasole Piave che ho utilizzato per fare la base di questa torta, che, per altro, è senza burro quindi e molto leggera. Augurandovi un buon week-end vi saluto e vi do appuntamento a lunedì. Bye bye!


Ingredienti:

Per la base ho utilizzato la torta dei vasetti che rimane più compatta ma anche umida e saporita del pandispagna, che, una volta bagnato, non avrebbe retto il peso dei piani.

Dovrete preparare 2 basi da 24 cm, ogni base sarà poi divisa in due parti e utilizzerete in tutto 3 dei 4 dischi ricavati.

Per la tortiera da 24cm:
- 1 vasetto di yogurt intero da 125g (poi lavatelo e asciugatelo e utilizzatelo per misurare gli altri ingredienti)
- 3 vasetti di farina
- 1 e 1/2 vasetti di zucchero
- 2 uova
- 1 vasetto di olio di semi di girasole (io olio di semi di girasole Piave)
- qualche goccia di estratto naturale di vaniglia
- 1 bustina di lievito per dolci

Per la bagna:
- 1 tazza di acqua
- 1 tazza di zucchero
- la scorza intera di un limone bio
- il succo di 1 limone

Per la farcitura e la decorazione:
- 1 vasetto di confettura di fragole (450g)
- 400ml di panna da montare
- 2 cucchiai di zucchero
- 500g di fragole
- 100g di meringhe
- fiori freschi
- foglioline di menta (o melissa) fresca



Procedimento:

1) Preparate le basi: Mettete nella planetaria gli ingredienti nell'ordine esatto in cui sono riportati. Lavorate bene con le fruste finchè il composto non sarà ben areato. Versatelo in una tortiera da 24cm precedentemente imburrata ed infarinata ed infornate a 180° per circa 30-40 minuti, finchè non sarà ben cotta e dorata. Sfornate e lasciate raffreddare. Ripetete l'operazione preparandone una seconda sempre da 24cm.
2) Preparate la bagna facendo bollire tutti gli ingredienti finchè lo zucchero non di sarà completamente sciolto. Lasciate raffreddare.
3) Montate la panna per la farcitura con i due cucchiai di zucchero e mettete da parte.
4) Tagliate le basi fredde a metà, eliminate il disco superiore di 1 delle torte (perfetto per fare colazione!:)) bagnate leggermente con la bagna uno dei dischi inferiori, distribuitevi la confettura di fragole (circa metà ma regolatevi a occhio) e sopra la panna montata. Farcite con  le fragole tagliate a cubetti e meringa sbriciolata a piacere. Posizionate sopra l'altro piano inferiore e ricominciate con la bagna e la farcitura. Chiudete con l'ultimo disco (superiore) già inumidito con la bagna, finite con la panna e a questo punto livellate bene superficie e bordi.
5) Decorate con le fragoline più belle che avrete lasciato da parte, qualche meringa i fiori freschi e le foglioline di menta. Cospargete la superficie rimanente con la meringa sbriciolata. Servite in una bella alzata o in un piatto per la torta.

giovedì 9 giugno 2016

Amaranto al pesto mediterraneo con alici ammollicate e finocchi al forno


Continua la serie di piatti unici e light con gusto. Se mi permettete, sto sperimentando queste pietanze che non hanno nulla da invidiare ai piatti di alta cucina, il comune denominatore però è la leggerezza, il basso apporto di grassi a favore dell'alto valore nutritivo. Questa è la cucina che mi piace oggi, senza orpelli inutili, senza eccessi, essenziale nei sapori e ricca di alimenti che fanno bene al nostro organismo. Questo piatto ad esempio unisce la bontà del pesce azzurro all'amaranto e al finocchio cotto al forno. Ad arricchire il tutto un pesto preparato con qualche pomodoro secco, olive nere, mandorle e capperi.Un piatto facile e veloce da realizzare anche se a vederlo così non sembra...fidatevi!


Ingredienti per 4 persone: 

  • 2 cuori di finocchio
  • 1 cucchiaio di aceto di mele
  • 250g di amaranto
  • 250g di alici fresche già pulite
  • 1 mazzolino di erba cipollina
  • 100g di pangrattato
  • 6 pomodori secchi
  • 2 cucchiai di olive nere denocciolate
  • 1/2 cucchiaio di capperi dissalati
  • 1 cucchiaio di mandorle
  • olio extravergine d'oliva
  • sale



Procedimento:

1) Lavate i finocchi e tagliateli a fette, disponeteli in una teglia da forno e conditeli con dell'olio, l'aceto di mele e il sale. Infornateli a 200° finchè non saranno teneri e dorati. 
2) Mettete nel mixer l'erba cipollina (avendo cura di lasciarne un po' da parte per decorare), il pangrattato, sale e un cucchiaio circa di olio. Frullate il tutto e passate le alici nel composto preparato. Disponetele in una teglia da forno, irroratele con un filo d'olio e infornatele a 180° per 10 minuti (attenzione alla cottura, devono rimanere morbide e non seccarsi!).
3) Nel frattempo cuocete l'amaranto come indicato nella confezione. Lasciatelo un po' morbido, non troppo asciutto.
4) Preparate il pesto mediterraneo frullando i pomodori secchi con le olive, i capperi, le mandorle e due cucchiai circa di olio. Regolate di sale.
5) Condite l'amaranto caldo con il pesto preparato, il risultato deve essere cremoso, se fosse troppo compatto, aggiungete dell'acqua calda (o del brodo vegetale) fino ad ottenere la consistenza desiderata.
6) Servite l'amaranto con le alici e i finocchi, tutto ben caldo. Decorate a piacere con l'erba cipollina. 


martedì 7 giugno 2016

Massì che sono dolce!! Paris Brest con crema diplomatica al limone e fragole


Avevo anticipato sui social che sono uno dei 48 blogger scelti per partecipare al prestigioso concorso di Vallè&Burro. Ovviamente sono contentissima ed onorata per questo. Il tormentone di queste due settimane infatti è stato "Sei più dolce o salato?"...beh, io posso sembrare un tipo "tutto pepe" ma poi nascondo un animo davvero dolce, è la mia essenza, non ci posso fare nulla e quindi la risposta è dolce, anzi, dolcissima!! Così ho realizzato il mio dolce con Vallè&Burro e spero sia di vostro gradimento...che ne dite? Puo' andare? Speriamo di fare una bella figura!


Ingredienti per 4/5 Paris Brest da 12 cm circa di diametro:


Per la pasta choux:

  • 100g di Vallè&Burro
  • 100g di farina
  • 100ml di acqua fredda
  • 3 uova medie
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
 Per la crema diplomatica:

  • 500ml di latte intero
  • 200g di zucchero
  • 5 tuorli
  • 45g di maizena
  • 1 scorza intera di un grosso limone bio
  • 350ml di panna da montare + 3 cucchiai di zucchero semolato fine

  • 500g di fragole fresche
  • mandorle a lamelle
  • zucchero a velo



Procedimento:

1) Preparate la crema lavorando con le fruste elettriche i tuorli con lo zucchero, quando il composto sarà chiaro e spumoso incorporatevi la maizena setacciata poco per volta. Aggiungete il tutto al latte precedentemente scaldato (deve essere quasi all'ebollizione) con dentro la scorza di limone e mescolate in continuazione con una frusta. Quando la crema si sarà addensata e starà per bollire, spegnete la fiamma, eliminate la scorza di limone e lasciate raffreddare.
2) Preparate la pasta choux: Mettete il burro in un pentolino insieme all'acqua fredda e al sale. Quando il burro sarà completamente sciolto e bollirà aggiungete la farina in un' unica soluzione e mescolate velocemente finchè sarà tutto incorporato e il composto si staccherà dalle pareti. Togliete dal fuoco, lasciate intiepidire qualche minuto e aggiungete poco per volta mescolando energicamente le uova leggermente sbattute (mi raccomando unitene un po' e non aggiungetene altro finchè non sarà completamente assorbito). Lavorate velocemente (volendo anche facendosi aiutare da uno sbattitore con frusta a K per una decina di minuti, a questo punto il composto sarà morbido, è normale se si attaccherà ai bordi, aggiungete il lievito, mescolate il tutto e trasferite in una sacca da pasticcere con bocchetta grande liscia o dentellata a piacere. 
3) Con una matita fate dei cerchi distanziati su un foglio di carta da forno utilizzando un bicchierino da liquore. Distribuite la pasta choux lungo la circonferenza dei cerchi, fatene un altro attaccato più esterno ed un ultimo sopra, tra i due cerchi. Cospargete i paris brest con le mandorle ed infornate a 190° per circa 30 minuti. Non aprite il forno prima altrimenti la pasta choux si sgonfierà e dovrete buttare tutto! Sfornate e lasciate raffreddare.
4) Montate la panna con lo zucchero superfino ed incorporatela poco per volta alla crema pasticcera fredda.
5) Tagliate i paris brest a metà e farciteli con la crema, preparata aiutandovi con una sac a poche, posizionatevi sopra uno strato di fettine di fragola precedentemente pulite e finite con un'altro strato di crema diplomatica. Chiudete i paris brest coprendoli con l'altra parte di bignè e finite con una spolverata di zucchero a velo. Decorate a piacere con fragoline fresche. Servite.


E tu, sei dolce o salato?

lunedì 6 giugno 2016

Farro con crema di melanzane, ciuffi di totano, pomodorini scottati e olio al basilico


Oggi per Essenza, la mia rubrica light, ho realizzato un piatto davvero buonissimo e completo. E' un piatto unico che racchiude tutti i sapori dell'Italia, quindi il sapore non puo' che essere meraviglioso. Ho sempre pensato che la prima regola per mantenersi in forma e vivere in modo sano sia coccolarsi, cucinare per se stessi pietanze gustose e leggere. Dedicatevi del tempo, il vostro corpo e il vostro palato ne saranno contenti, non limitatevi ad aprire il frigorifero e mangiare pietanze tristi come affettati leggeri, formaggi light e cruditè, vi passerà presto la voglia di stare a tavola e vi sentirete frustrati e demotivati. Ricordatevi che il cibo è una cura per il corpo e lo spirito, investite tempo per voi. Buona settimana a tutti!

 
Ingredienti per 2 persone:

  • 120g di farro (io Farro Perlato Melandri Gaudenzio)
  • 400g di ciuffi di totano
  • 400g di melanzane
  • 150g di pomodorini ciliegia
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 mazzolino di basilico
  • olio extravergine d'oliva
  • sale


Procedimento:

1) Avvolgete le melanzane con la buccia nell'alluminio e infornatele a 200°. Cuocetele finchè la polpa non sarà tenera, ci vorranno dai 40 ai 60 minuti, dipende dalla dimensione delle melanzane. Sfornate e lasciate intiepidire.
2) Sciacquate il farro sotto l'acqua corrente e lessatelo in abbondante acqua bollente salata seguendo le indicazioni riportate sulla confezione per i tempi di cottura. Scolatelo (tenendo da parte un po' di acqua di cottura) e mettetelo da parte.
3) In una padella saltate le code di totano con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio schiacciato per pochi minuti, finchè non saranno teneri. Regolate di sale e teneteli al caldo.
2) Scottate quindi i pomodorini già puliti e tagliati a metà, nella stessa pentola in cui avete fatto saltare i totani (eventualmente aggiungete un filo d'olio), girateli per farli rosolare da entrambi i lati. Salate e tenete al caldo).
3) Pelate la melanzana che dentro saranno ancora calde e frullate la polpa con un filo d'olio e sale (se la crema dovesse essere troppo compatta, allungatela un po' con l'acqua di cottura del farro tenuta da parte.
4) Versate nella solita padella, che conserva tutti i sapori dei molluschi e dei pomodori, la crema di melanzane e aggiungete il farro e un filo d'olio, lasciate insaporire e ridurre finchè il farro non sarà ben cremoso, eventualmente aggiungete sale.
5) Sistemate il farro cremoso sul fondo del piatto, i ciuffi di totano a parte e sopra i pomodorini scottati. Condite con l'olio al basilico che avrete preparato frullando un mazzolino di basilico con due cucchiai circa di olio (usatene voi quanto ne volete per condire il piatto, senza esagerare, il sapore del basilico è forte e potrebbe coprire gli altri sapori). Decorate con foglie di basilico e basilico fresco tritato. Servite.


mercoledì 1 giugno 2016

Il gattoghiotto di giugno...


Nei prossimi giorni, su questi schermi...seguitemi!