giovedì 8 gennaio 2015

Pot Roast di Martha Stewart


Buongiorno gente e ancora buon anno!! Allora, ve la siete passata bene? Per me questo anno è iniziato con una nuova energia, come un vento lieve che soffia sulle mie vele e mi fa sentire come rinata, e mi fa sorridere! Allora, dove eravamo rimasti? Ah, sì, oggi è l'ultimo (per modo di dire) appuntamento con Martha Stewart e il suo fantastico libro "Scuola di Cucina", finalmente in italiano grazie a Giunti Editore. Il filone del comfort food continua con questo morbidissimo arrosto della domenica, il classico piatto abbondante ed economico che sfama la famiglia appagando davvero tutti i sensi! Io ho sostituito le rape, meno appetitose per i bambini, con degli scalogni. Non dimenticate di accompagnare con un bicchiere di vino rosso e con tante risate! E soprattutto non dimenticate di acquistare il libro di Martha Stewart, ne vale davvero la pena! Lo trovate QUI. A presto!



Ingredienti per 8 persone:

Per rosolare la carne

  • 1,25-1,8 kg di arrosto di spalla
  • sale grosso e pepe macinato al momento
  • olio di semi di girasole o altro olio dal sapore neutro

Per gli aromi

  • 1 cucchiaio di olio d’oliva
  • 1 cipolla grande, pelata e affettata finemente
  • 1 carota media, pelata e tritata grossolanamente
  • 1 gambo di sedano, tritato grossolanamente
  • 2 spicchi d’aglio, pelati e affettati finemente
  • 1 foglia d’alloro secca
  • ¼ di cucchiaino di pepe nero in grani
  • 3 rametti di timo fresco

Per brasare la carne

  • 1 cucchiaio di farina, più altra se necessario
  • 2 cucchiai di aceto di vino rosso, più altro se necessario
  • 1¼ cups (345 ml) di acqua

Verdure per guarnire

  • 340 g di rape (circa 3), pelate e tagliate a spicchi di 4 cm - (io ho sostituito con gli scalogni)
  • 340 g di patate novelle (circa 12)
  • 340 g di carote (4-5 medie), pelate e tagliate a pezzi di 7,5 cm (tagliate le estremità più spesse a metà per il lungo, poi tagliatele a pezzi di 7,5 cm) - (io ho usato delle carotine piccole, più belle da servire)



Procedimento:
Rosolate la carne Asciugate la carne tamponandola con la carta da cucina, poi salatela e pepatela su tutti i lati. Scaldate una casseruola di ghisa su fuoco alto per 2 minuti, poi aggiungete olio sufficiente a coprire a malapena il fondo della pentola e scaldate finché si increspa. Rosolate la carne finché è ben dorata,girandola per rosolarla uniformemente su tutti i lati, per 8 minuti circa. Non girate la carne troppo presto, o si romperò; aspettate invece finché si stacca facilmente dalla pentola. Quando è tutta ben rosolata, tiratela fuori dalla pentola. Se sul fondo ci sono tanti pezzettini bruciacchiati, pulitela con la carta da cucina o deglassatela con un po’ di acqua e buttateli.
Cuocete gli aromi Abbassate la fiamma a media intensità. Aggiungete l’olio d’oliva e gli aromi e cuocete, mescolando spesso, finché la cipolla è traslucida, per
2-3 minuti. Dopo 1-2 minuti, se la cipolla non si sta ammorbidendo alzate un po’la fiamma. Se l’aglio o la cipolla iniziano a bruciarsi, aggiungete un po’ d’acqua e staccate i pezzetti bruciati dal fondo della pentola.
Brasate la carne Cospargete la farina nella pentola e mescolate per ricoprire tutto; cuocete il tempo necessario a eliminare il sapore di farina senza che prenda colore, per 30 secondi. Unite aceto e acqua e portate a ebollizione. Deglassate la pentola, raschiando i pezzetti bruciacchiati dal fondo. Mettete l’arrosto in pentola; l’acqua dovrebbe arrivare solo a 2,5 cm sopra la carne. Abbassate la fiamma in modo che il liquido possa sobbollire dolcemente e chiudete bene la pentola con il coperchio. Mentre la carne sta brasando, giratela ogni 30 minuti; dovrebbe essere quasi tenera (un coltello affilato infilato al centro dovrebbe incontrare poca resistenza) dopo 2 ore e ½-3 ore. Togliete la carne dalla pentola. Filtrate il liquido di brasatura in un colino fine, schiacciando le parti solide per estrarre più liquido possibile (eliminate le parti solide). 
Finite la brasatura con le verdure per guarnire Rimettete l’arrosto e il liquido filtrato in pentola. Disponete le verdure per guarnire intorno all’arrosto, immerse nel liquido (che dovrebbe arrivare quasi a coprirle a filo). Portate il liquido a ebollizione, poi lasciate sobbollire finché le verdure sono tenere, per 15-20 minuti. La carne dovrebbe essere tenerissima e se ci si infila un coltello non si dovrebbe incontrare resistenza. (La carne sarà abbastanza compatta da poter essere affettata; se volete che si disfi, cuocetela per altri 30 minuti.)
Finite la salsa Trasferite carne e verdure su un vassoio, lasciando la salsa nella pentola (dovrebbero essercene circa 275 ml). Coprite e tenetela al caldo vicino al fornello. Se la salsa è troppo liquida, scaldatela finché è ridotta (ma fate attenzione, perché più è ridotta più diventa salata), o addensatela con altra farina, mescolando finché è ben amalgamata. Aggiungete un po’ di aceto se necessario a equilibrare i sapori. Lasciate riposare l’arrosto per 20 minuti circa, poi tagliatelo a fette dello spessore desiderato. Bagnate l’arrosto e le verdure con un po’ di salsa e servite con il resto della salsa a parte.

8 commenti:

  1. Davvero appetitoso! Anche un piatto di carne e verdure può essere molto goloso!

    RispondiElimina
  2. Che piatto divino... complimenti!

    RispondiElimina
  3. Un piatto succulente e gustoso ! Buon 2015 e a presto !

    RispondiElimina
  4. Buon 2015 a te che si realizzino i tuoi desideri.. il tuo piatto accende desideri di gusto, bellissimo!

    RispondiElimina
  5. fantastico piatto,complimenti

    RispondiElimina
  6. Ciao Ambra decisamente un bel piatto della domenica! Grazie per la condivisione! Buon anno anche a te, ciao ciao Luisa

    RispondiElimina
  7. La ricetta è assolutamente gustosa, adoro quel pezzo di carne, nervsa e scioglievole, le foto poi sono ancora più belle!!

    RispondiElimina
  8. conosco questo taglio di carne e conosco la morbidezza e il gusto!!! ottima esecuzione....immagino divino!!

    RispondiElimina