lunedì 28 luglio 2014

Polpettine di fagioli con sughetto speziato di tonno


Sempre più spesso negli ultimi tempi mi capita di pensare che la vita è troppo breve per litigare con le persone che amiamo per motivi futili. Alle volte sugli equivoci, i malintesi, le ferite nascoste e non manifestate non si riesce a passare sopra e si finisce per trasformare una semplice incomprensione in una faccenda ben più seria. Orgoglio e rancore non portano da nessuna parte, se ci pensate bene capirete che non vale la pena litigare con un padre, una madre, un fratello, un figlio, un marito per piccole sciocchezze insignificanti. A volte è necessario elevarsi un pochino per vedere le cose da un altro punto di vista, un po' più alto, a volte è necessario essere meno egoisti. Ma davvero è importante far pesare ogni piccola parola detta magari nel modo sbagliato? E' sempre giusto cercare il contrasto per un atteggiamento che non abbiamo condiviso? Oggi mi sento di dirvi di usare il dialogo e il confronto costruttivo soprattutto con i nostri cari. Basta chiarirsi subito e poi passare oltre. Non tutti riescono a tirare fuori quello che hanno dentro, me ne rendo conto, ma trovo inutile che ci si aspetti dall'altro una sensibilità tale da capire che ti ha ferito e anche in che modo l'ha fatto. Le possibilità sono due: o decidete di metterci una pietra sopra da subito, amen, o date all'altro la possibilità di spiegarsi e di rendersi conto di aver sbagliato e poi, date retta a me, pietrone sopra. Ci sono davvero poche cose che contano nella nostra vita, non mi sbaglio se in cima a tutto metto la famiglia e gli affetti, pensateci.


Ok, dopo questa bella predica vi lascio questa ricetta un po' speziata e senza dubbio sfiziosa. Sono delle polpettine di fagioli cotte al forno con un saporito sughetto fatto con il tonno, lo zenzero e il peperoncino fresco. Spero vi piaccia, la mia bimba le ha adorate!!


Ingredienti per 6 persone:
- 200g di fagioli secchi (borlotti o cannellini, meglio se utilizzate qualità con la pelle sottile)
- 2 uova
- 2 cucchiaino di cumino
- 1/2 spicchio d'aglio
- pangrattato
- sale
- pepe

Per il sughetto:
- 100g circa di tonno sott'olio sgocciolato (io Tonno Nostromo)
- 1/2 cipolla rossa
- 1 peperoncino rosso fresco (io ne ho messo metà di quelli grandi)
- 1 cucchiaio di radice di zenzero fresca tritata
- 1 spicchio d'aglio
- 1 cucchiaio di prezzemolo tritato
- 1 cucchiaio di menta tritata
- olio evo
- sale


Procedimento:
1) Mettere i fagioli in ammollo dalla sera precedente. Sciacquarli e lessarli in abbondate acqua bollente salata seguendo le indicazioni di cottura (a seconda delle qualità di fagiolo). Scolarli e lasciarli raffreddare.
2) Se troppo spessa, eliminare la pelle esterna dei fagioli, quindi frullarli con le uova, l'aglio, il cumino tostato velocemente in un pentolino, il sale e il pepe. Regolare la consistenza del composto aggiungendo del pangrattato (circa 4 cucchiai) e lavorare il composto ottenuto ottenendo delle polpettine grandi come delle noci. Passare le palline nel pangrattato, disporle su una teglia da forno, irrorarle con un filo d'olio e metterle in forno a 180° per circa 10 minuti (fate attenzione a non cuocerle troppo altrimenti saranno asciutte e dure!).
3) Nel frattempo preparare il condimento: in una padella scaldate 2-3 cucchiai di olio con l'aglio tagliato a fette, lo zenzero e il peperoncino fresco tritato. Fare rosolare bene quindi aggiungere il tonno e abbassare la fiamma, mescolare e cuocere finchè il tonno non si sarà sciolto. Regolare di sale e aggiungere al tonno la cipolla fresca tritata e il trito di menta e di prezzemolo.
4) Assemblare il piatto mettendo alla base il condimento di tonno e sopra le polpettine, se vi piace la mia idea potete servirli come finger food infilzando le polpettine in uno stecco per spiedini e servirle in piccoli piattini. Decorate con cipolla fresca, peperoncino, foglioline di menta fresca e una spolverata di prezzemolo e menta e servite con un filo d'olio.


Che ne dite di un aperitivo?

5 commenti:

  1. La ricetta mi piace moltissimo e le foto mettono subito l'acquolina: posso rubarne un paio al volo?
    A presto
    Giulia

    RispondiElimina
  2. Sante parole!!! I rancori ci rovinano solo la qualità della vita e non risolvono nulla. Anzi, ci portano a perdere preziosi momenti di vita e di gioia. Grazie per questo spunto di riflessione e grazie per questo piatto, sfiziosissimo all'ennesima potenza. Che sapori..... E poi quel coltello, cioè, parliamone ^_^

    RispondiElimina
  3. Proprio in questo periodo sto vivendo un momento cosi... e hai proprio ragione i rancori non servono a nulla se non a farci stare più male... queste polpettine sono cosi sfiziose che le mangerei tutte!
    A presto,Michela

    RispondiElimina
  4. Come condivido quello che hai scritto! Devo dire che di mio mi sforzo di comportarmi come dici tu, e cioè, una volta chiarito il "malinteso" ,pietra sopra.. non possiamo rischiare di perdere gli affetti più chiari per un momento di nervoso o per un fraintendimento... detto questo, polpettine squisitissime!!!!!

    RispondiElimina
  5. Concordo! Anche se delle volte è davvero difficile per quel diavoletto sulla spalla ;-)
    Queste polpettine sono deliziose! Adoro le polpette e questa ricetta me la segno subito!

    RispondiElimina