venerdì 23 maggio 2014

Risotto leggero alle erbe selvatiche e primo sale


Uno zainetto in spalla e la voglia di esplorare. Si parte sempre così per le nostre incursioni nei boschi. Vedere i miei bimbi interessati alla natura circostante mi riempie di gioia, amiamo fare lunghe passeggiate ricognitive dalle quali torniamo sempre con gli occhi pieni di meraviglia e le mani cariche di doni. Mi piace cucinare subito quello che troviamo, per catturarne tutta l'essenza, per trattenerne i profumi. 


Questa volta ci siamo riempiti le mani di silene, melissa e alliaria e così ho pensato ad un risotto leggerissimo e delicato che esaltasse il sapore delle erbe, solo olio e primo sale per mantecare il tutto.


Ingredienti per 4 persone:
- 250g di riso per risotti (carnaroli o vialone nano)
- 1 bel mazzo di erbe spontanee (io melissa, allaria e silene)
- 1 cipollotto fresco
- 200g di primo sale
- 2 cucchiai di timo (io timo selvatico)
- 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
- brodo vegetale
- olio evo
- sale
- pepe



Di chi sono questi piedini??


Procedimento:
1) In una casseruola soffriggere il cipollotto sminuzzato. Unirvi le erbe pulite anch'esse sminuzzate e lasciarle insaporire a fiamma bassa. Regolare di sale.

2) Aggiungere il riso nella casseruola e farlo tostare alcuni minuti, allungare con del brodo vegetale caldo e portare a cottura aggiungendo brodo di volta in volta (attenzione alla consistenza, il riso deve essere morbido, all'onda e non compatto!). Regolare di sale e pepe.

3) Mantecare il riso con il primo sale tagliato a piccoli cubetti, il parmigiano e un giro d'olio. Aggiungere il timo freschissimo, mescolare e servire.


“Potrei sopravvivere alla scomparsa di tutte le cattedrali del mondo, non potrei mai sopravvivere alla scomparsa del bosco che vedo ogni mattina dalla mia finestra.” 
ERMANNO OLMI

8 commenti:

  1. meraviglioso! ..come il luogo in cui vivete e soprattutto come la capretta :))

    RispondiElimina
  2. Che buono il tuo risottino, complimenti!! E le foto sono spettacolari =)

    RispondiElimina
  3. bello lui, bella la citazione. brava!

    RispondiElimina
  4. Mamma mia quei piedini, da mordicchiare!!!!!!!!! E il risotto?? Un incanto!

    RispondiElimina
  5. Anche noi amiamo le escursioni. Complimenti per il risotto e le per le foto che sono splendide!

    RispondiElimina
  6. La frase di Olmi potrebbe essere mia, non vivo di fronte a un bosco ma nutro una venerazione profonda e intensa nei confronti della natura, per me intoccabile e unica! stupendo risotto e tanta invidia per queste escursioni! mi piace tanto il tuo blog, lo seguo da tempo da prima di averne uno anche io, mi hai spesso affascinata con le tue ricette e le tue foto strepitose! buon fine settimana!

    RispondiElimina
  7. Il primo sale non mi piace quindi la ricetta non mi attraeva (mi scusi?) ma sono venuta a vedere le tue foto. Sempre meravigliose...

    RispondiElimina
  8. che meraviglia dentro questo risotto c'è tutto il profumo della natura! dei boschi, con le sue erbe, essenze e profumi!!! davvero un bel primo piatto!!! è piaciuta molto anche a me la tua citazione!

    RispondiElimina