lunedì 3 marzo 2014

Lemon Shortbread


Buon lunedì gente,
cosa sapete dirmi della depressione?
Io non molto ma lo sto scoprendo a mie spese. L'umore cambia spesso, si vive come in un pianeta a parte e, per quanto mi riguarda, si focalizza l'attenzione solo sulle cose negative di tutti i giorni e si perde di vista tutto il resto...è una bruttissima sensazione. L'autostima è sotto i tacchi tutta la frustrazione viene automaticamente scaricata sulle persone più vicine. Ci sono momenti in cui non sento più nulla, se non un peso nel petto, tanto da non riuscire più a muovermi. Senza contare che stare vicino a me in questo periodo non è per nulla facile...anzi! Mio marito è splendido, cerca di starmi vicino come puo' anche se mi sembra piuttosto disorientato. Ci sono stati alti e bassi nella mia vita, come tutti, ho avuto altri momenti in cui ero giù di morale, ma mai così, dura da troppo tempo. Non sopporto nessuno, non vorrei uscire di casa e in ogni caso non tollero me stessa, non mi piaccio. Se mi fermo a pensare capisco di essere fortunata, di avere tutto (o quasi) quello che desidero, certo non è facile, ma ho tutto ciò che conta. Questo pensiero però, questa consapevolezza non porta via il malessere che continua a mangiarmi dentro.
Mi vergogno un po' a raccontarvi questo, anzi, non so perchè lo faccio, ma spero che buttando fuori quello che ho dentro svanisca come per magia. Perdonatemi per questo sfogo, passerà, lo so, il buonumore tornerà come la primavera e il mio sorriso tornerà al suo posto, mi piace pensarla così.
Intanto, mentre aspetto, mi bevo la Tisana del Buonumore - l' Angelica, che con il suo aroma di cannella mi scalda il cuore...un biscotto? 


Ingredienti per 8 spicchi:

- 125g di burro ammorbidito
- 40g di zucchero semolato
- 25g di zucchero a velo
- 225g di farina
- la scorza grattugiata di un limone bio
- qualche goccia di estratto naturale di vaniglia
- un pizzico di sale



Procedimento:

1) Imburrare ed infarinare una tortiera da 20 cm di diametro.
2) Montare il burro con lo zucchero semolato e lo zucchero a velo fino ad ottenere un composto spumoso, aggiungere la farina setacciata un cucchiaio per volta, il sale, la scorza di limone e la vaniglia. Alla fine il risultato sarà un impasto piuttosto sbriciolato.
3) Versare il composto nella tortiera, livellarlo, compattarlo bene e spianare la superficie in modo che non abbia imperfezioni.
4) Con i rebbi di una forchetta incidere tutto il bordo dell'impasto, dividere il composto in 8 spicchi con un coltello e, con l'ausilio di uno spaghetto o di uno stuzzicadenti, praticare dei forellini su tutta la superficie dei biscotti.
5) Infornare a 180° per circa 30 minuti, finchè non saranno ben cotti e dorati. Lasciare intiepidire, tagliare con il coltello in modo da dividere i ventaglietti e servire.


15 commenti:

  1. Ambra, coraggio! Mi spiace sentirti così, e credimi, per la prima volta anche io ho avuto questo problema, anzi...lo sto curando.
    Ora va decisamente meglio, anche perchè qualcosa nel frattempo è andato a posto, quindi sono un po' più serena: l'unica cosa che mi sento di dirti è ascolta i segnali che ti inviano corpo e mente, e poi affronta subito il problema, non bisogna trascurarlo, né trascurarsi!
    In bocca al lupo!!!

    RispondiElimina
  2. Meravigliosi i tuoi shortbread, tu pensa che li faccio normali e al caffè/cioccolato ed invece il limone non ce l'ho ancora messo.
    Rimedierò.

    RispondiElimina
  3. Ti è venuto perfetto, complimenti!!!!

    RispondiElimina
  4. hai ragione,perfetti con una bella tisana calda e non solo :)

    RispondiElimina
  5. Ficou com muito bom aspecto e eu que adoro shortbread, ficou lindo.

    beijinhos

    RispondiElimina
  6. buonissimi.. una tisana un the.. un buon libro.. e sono i momenti più belli dle mondo
    un bacio

    RispondiElimina
  7. ciao, mi spiace sentire che stai attraversando un brutto momento, e capisco anche che ti senta in colpa perchè "obbiettivamente non hai nulla". Però non è vero, ormai c'è una sensibilità maggiore verso questo problema e non dovrebbe + sentirsi dire "ma non hai nulla". Invece alle volte lo pensa persino il diretto interessato, tanto da non fare nulla per stare meglio, soprattutto se magari si hanno alti e bassi, quindi nei periodi alti si pensa di stare meglio e si lascia correre, salvo poi ricadere in un periodo basso.
    io penso che un buon inizio sia dedicarsi alle proprie passioni, alle cose che ci piacciono. non risolvono, ma ci aiutano ad avere dei momenti alti, e magari nei momenti bassi ci danno la forza di reagire e di decidere di fare qualcosa per guarire.
    Tanti auguri di cuore.

    RispondiElimina
  8. ti posso dire che la depressione non ti fa cucinare. non ti fa parlare, telefonare a tua madre, non ti fa lavorare, non ti fa lavare al mattino. ti posso dire che vegeti nel letto fumando e guardando la televisione senza vederla, mangi in piedi quel che trovi davanti ad un frigo vuoto, ti fa odiare tutti i tuoi amici durante la lunga notte insonne, ti fa dimenticare la strada per il parrucchiere fino ad andare in giro con dieci centimetri di ricrescita, ti fa uscire struccata ed indecente, ti fa prendere tante gocce per non sentire niente, ne' meglio ne' peggio ne' sonno, il niente. Sei lì, come se ci fosse solo un passo tra te e un gesto irreparabile. Sei lì per settimane su settimane, dove, alla fine, grazie al cielo, non hai avuto le palle per fare niente. ne' andare dal parrucchiere, ne' fare il gesto sbagliato.

    questi biscotti sono meravigliosi. da provare, appena mi passa questo brufolo!

    RispondiElimina
  9. Mi spiace sentire che non stai bene,mi raccomando ASCOLTATI ,la depressione e' peggio di altre mille malattie...se vedi di farcela fatti aiutare PRIMA,non Dopo quando sei sprofondata nell'abisso.... Con tristezza ti abbraccio sperando che sia solo un momento.......complimenti per la ricetta

    RispondiElimina
  10. Vedrai, dopo tanta pioggia, cielo grigio e nuvoloso, verrà fuori un bel sole che ti scalderà e il cielo sarà blu. Abbi pazienza, il sole ritorna sempre :)
    Il sorriso viene già alla vista dei tuoi buonissimi lemon shortbread
    Ciao
    Isabel

    RispondiElimina
  11. che belli, li abbiamo preparati anche noi....complimenti

    RispondiElimina
  12. Purtroppo succede, anche se non vuoi e anche se capisci di essere così fortunata per cui cos'è che ti manca...
    Ti dispiace per non riuscire a cambiare lo stato delle cose, e ti senti peggio perché finisci solo per ferire chi invece magari cerca solo di starti accanto.
    Succede e non riesci ad impedirlo, non riesci a sentire nel profondo la gioia di capire quante belle cose, piccole e grandi, ti regala ogni giorno la vita.
    Se è solo un periodo dopo potresti capire che cosa hai rischiato di perdere e già il solo pensiero di regalerà un gran sorriso ed uno sguardo più consapevole... ma se non è un periodo, se solo sospetti che non lo sia, agisci prima che puoi, prima di non aver più voglia di uscirne fuori.
    Un abbraccio forte, siamo tutti con te!
    P.S.: i biscotti sono meravigliosi, mi segno subito la ricetta e aspetto che venga il week-end...

    RispondiElimina
  13. tesoro ma che succede? Leggo queste righe e mi sembra di vedere un'altra Ambra..dove quella ragazza piena di vita che conosco?? Quanto mi dispiace essere cosi lontana ...vedrai prima o poi passerà e tornerà a splendere il sole...tvb Claudia

    RispondiElimina
  14. la depressione, il male oscuro; fai bene a parlarne, sperando che tu te ne possa liberare il prima possibile
    è quasi primavera, c'è il sole: fatti scaldare dalla natura e dai tuoi biscotti dall'aspetto favoloso
    li proverò quanto prima!

    RispondiElimina