mercoledì 20 novembre 2013

Paccheri gratinati al fumè


A volte imbocchi una stada e ne sei davvero felice, il sentiero ti appare dorato e tu non esiti a intraprenderlo...qualcosa sta cambiando, ti dici.
Finalmente non sono più solo, mi diverto, c'è qualcun'altro che mi vuole bene e la vita è bella. Spesso stai guardando solo quello che ti fa comodo, quello che hai bisogno di vedere in quel momento, senza considerare le situazioni nella loro totalità, senza vedere che di dorato non c'è proprio nulla. Ti butti a capofitto fiducioso, ti piace quello che stai vivendo e per un lungo momento pensi che sarà per sempre. 
Poi però nel tempo tutto diventa chiaro e piano piano capisci di aver preso un abbaglio, le persone ti appaiono per come sono e ti rendi conto che ti sei impantanato in qualcosa di vischioso e di sporco, qualcosa che si è preso una parte di te, che ti ha portato via ancora un pezzetto di ingenuità.
Ad un certo punto vuoi tornare a casa ma hai perso la bussola, il cammino sarà lungo e faticoso ma sai che è quello che vuoi, vuoi di nuovo tornare a respirare aria pulita, vuoi tornare a vivere la tua tranquillità familiare dopo un lungo periodo.
Oggi, dopo anni, io e mio marito ci sentiamo finalmente liberi, sento che la mia vita sa di buono, so di aver ritrovato il sentiero giusto e finalmente sono arrivata a casa.
Tutte le esperienze nella vita servono e ci regalano un insegnamento.
Sicuramente la conoscenza passa attraverso l'esperienza..non può essere che così.
L'amicizia è tanto importante e profonda quanto rara. E' facile prendere un abbaglio, anche solo per la voglia di condividere le piccole cose di tutti i giorni o per fare del tempo libero un momento di relax e divertimento.
Adesso lo so, purtroppo l'ho imparato a mie spese. 
Per questo raccomando spesso a tutti voi di passare più tempo possibile con le persone che amate e che vi amano, perchè sono poche e preziose.
Dedicate a loro le vostre attenzioni, senza perdere tempo con chi non lo merita. Preparate qualcosa di buono e di semplice e riunite la vostra famiglia attorno ad un tavolo. Fotografate questo momento e portatelo sempre con voi.
Buona vita.


La lista della spesa:
- 400g circa di paccheri
- 1 cipolla dorata 
- 200g di pancetta affumicata tagliata a cubetti
- 400ml circa di passata di pomodoro
- 200 ml di panna
- parmigiano grattugiato
- olio evo
- sale
- 1 cucchiaino di zucchero
- pepe

1) Soffriggere la cipolla tagliata a cubetti con dell'olio etravergine. Quandosarà tenera ma non brunita aggiungere la pancetta a cubetti e lasciare rosolare facendo attenzione a non fare seccare. Unire la salsa di pomodoro e lasciare cuocere a fiamma bassa, regolare di sale e pepe e aggiungere lo zucchero per togliere l'acidità. Unire la panna, mescolare bene, lasciare sul fuoco ancora alcuni minuti poi spegnere e mettere da parte.
2) Cuocere i paccheri in abbondante acqua bollente salata e scolarli al dente. Condire con il sugo e parmigiano grattugiato a piacere. Versare il tutto in una pirofila unta, cospargere con altro parmigiano grattugiato e gratinare in forno a 200° per circa 15 minuti, finchè non saranno dorati e croccanti in superficie ma morbidi e cremosi dentro. Servire caldi con un buon bicchiere di rosso.


Labbinamento di VivailVino:

E con questo tempo non poteva che esserci una bella ricetta da vino rosso.... Vi va un giretto in Langa?!
Diano d'Alba è quasi sinonimo di Dolcetto, che in effetti è il primo vino della piccola ma interessantissima azienda di Claudio Alario,



12 commenti:

  1. adoro i paccheri e tutte le paste gratinate...quella crosticina mi fa impazzire!
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  2. Davvero buoni, mi piace molto la pasta gratinata perchè diventa gustosa e croccante! :)

    RispondiElimina
  3. Tesoro che succede quanta amarezza nelle tue parole. Forse immagino di cosa parli, Mi piacerebbe tanto essere lì con te e farci una bella chiacchierata fino a tardi notte ricordi? La distanza ci separa ma sappi che sei sempre nel mio cuore. La vita è bella e a volte le esperienze negative ci insegnano sempre qualcosa. Un abbraccio ..ti voglio bene Claudia

    RispondiElimina
  4. che buoni....bel piatto e bella presentazione ^_^

    RispondiElimina
  5. Parole che condivido pienamente, anche se hanno un sottofondo amaro e malinconico.... seguirò il tuo consiglio alla lettera allora e cucinerò con tutto il cuore questo adorabile piatto per tutta la mia affamata truppa :)

    buona "vita" anche a te

    RispondiElimina
  6. Che gola! Ne Mangerei un piatto intero anche all'ora del tè!

    RispondiElimina
  7. Hai ragione, anche io sono rimasta scottata ma non smetto di raccogliere i pezzi e di inseguire il mio pezzetto di felicità. E quando tutto sembra grigio... meglio mettersi ai fornelli e aprire il cuore a quello che già abbiamo.

    RispondiElimina
  8. Credo che sia capitato a tutti di prendere una strada sbagliata, è già importante rendersene conto e correre ai ripari, anche se è dura. Concentrati su quello che più ti piace e dedicati a te stessa!!!!! Un bacione e complimenti per questo super piatto!

    RispondiElimina
  9. Non ho ben capito cosa sia capitato o cosati stia succedendo comunque spero che ora tu stia bene ,quello che costa ora e' solo il tuo benessere ti abbraccio e ti auguro il meglio del meglio ciaoo

    RispondiElimina
  10. Ma quando è la persona che ami che ti rendi conto di averla idealizzata, di aver fatto finta che i suoi "vizi" non ti davano fastidio, che giustificavi tutte le sue insicurezze, che fai?
    Buttiamoci nel frattempo in questa gustosissima pasta, che è meglio ^_^

    RispondiElimina
  11. Grazie a tutte!!!! Un bacione!

    RispondiElimina