mercoledì 17 aprile 2013

Lasagnette verdi con agretti, crescenza e pancetta dolce


Ma quanto mi piace la primavera!!! E' piena di belle cose da fotografare e ingredienti strepitosi da utilizzare...le erbette le adoro, ma questo lo sapete gia!! Allora, avete già pensato alla ricetta da realizzare per il mio contest? Forza...spremete le meningi e soprattutto correte ad approvvigionarvi nei campi, nei prati e nei boschi...tra l'altro, se avete bisogno di spunti, correte nelle pagina facebook di Juri Chiotti, sta postando le foto delle erbette, un vero e proprio corso on line!!!
E parlando di erbette oggi vi lascio una ricettina sfiziosa con gli agretti, un modo per declinare le lasagne e dargli un vestito più primaverile...sono buone, tutto qui! Ah...dimenticavo, oggi è mercoledì...si brinda con Sabina!!!

La lista della spesa:
- Una confezione di lasagnette verdi fresche (la pasta deve essere sottile, altrimenti va sbollentata prima, se avete tempo potete farle voi a casa)
- 500ml di latte intero
- 50g di burro + altro per ungere la pirofila
- 50g di farina
- 200g di pancetta dolce in una sola fetta
- 500g di crescenza
- 2 mazzetti di agretti lessati
- olio evo
- noce moscata
- sale
- pepe

1) Preparare la besciamella: sciogliere il burro in una casseruola, quando sarà schiumoso aggiungere la farina in un' unica soluzione e con una frusta mischiare energicamente. Continuare a mescolare alcuni istanti quindi aggiungervi a filo il latte caldo e continuare a mescolare sulla fiamma finchè non si sarà raddensata. Spegnere, regolare di sale e pepe e aggiungere una grattugiata di noce moscata.

2) Tagliare la pancetta a cubetti e rosolarla alcuni istanti in una padellina con un filo d'olio finchè non sarà dorata. Mettere da parte.

3) Assemblare la lasagnetta: In una pirofila imburrata sistemare il primo strato di pasta fresca, aggiungervi della besciamella, un po' di certosa a ciuffetti, qualche cubetto di pancetta e gli agretti, spolverizzare con parmigiano grattugiato e procedere con gli altri strati fino ad esaurimento degli ingredienti.

4) Infornare 20 minuti a 180°, finchè non sarà ben dorata in superficie, lasciare intiepidire e servire.


L'abbinamento di VivailVino:
Questa nuova ricetta di Ambra all'insegna della primavera mi permette di parlarvi di un vino che mi è piaciuto davvero tanto e che desidero raccontarvi, il Soave Classico Monte Carbonare dell'azienda Suavia.
Siamo fra le verdi colline del Soave Classico, dove tra viti e ulivi sorge il piccolo borgo di Fittà, con le sue case basaltiche, le fontane e la piccola chiesa. La famiglia Tessari coltiva questa terra nera fin dal 1800, ma è nel 1982 che, consapevole delle grandi potenzialità dei suoi appezzamenti, decide di vinificare in proprio anzichè vendere le uve alla cantina locale.
A distanza di più di trent'anni Suavia è un'azienda che con grande umiltà e dedizione valorizza al meglio le due uve bianche autoctone della zona, la Garganega e il Trebbiano di Soave.
Allora godiamoci questo Monte Carbonare che arriva a noi dopo quindici mesi di maturazione in acciaio a contatto con i lieviti e tre mesi di affinamento in bottiglia.  Si presenta nel bicchiere di un bel giallo acceso con riflessi verdolini, al naso abbiamo sensazioni fruttate, floreali ed erbacee avvolte da una bella nota minerale. In bocca è fresco, sapido e di lunga persistenza.
E' così forte il legame di questo vino con le proprie origini che, come amano sottolineare le sorelle Tessari " é come avere un pezzo di terra nel bicchiere"!!!
Trovate il Soave Classico Monte Carbonare in enoteca a circa 14 euro, oppure lo potrete acquistare direttamente in azienda se i vostri itinerari vi porteranno  in questi posti meravigliosi.
Buona degustazione a tutti!

Immagine presa dal web

14 commenti:

  1. La primavera ci regala qst tripudio di erbette...quanto le adoro! Complimenti ;)

    RispondiElimina
  2. Hai ragione tesoor in primavera la voglia di cucinare raddoppia sarà anche per tutti i colori che la natura e l'orto ci offre e questa lasagna ne è un esempio, particolare e deliziosa e l'aggiunta degli agretti la rende davvero speciale!!Bacioniiiiiiiiiiiiiiie e tvb, Imma

    RispondiElimina
  3. mmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmmm
    mi piace molto "il vestito primaverile" che hai messo a queste lasagne...complimenti! ;)
    Ciao! Zu

    RispondiElimina
  4. Wow deliziose!!! gnammy gammmy!!! adesso spremo le meningi!!! buona giornata!!

    RispondiElimina
  5. Ottimo piatto,deve essere molto gustoso e mi piace molto l'idea di usare questi ingredienti naturali....vado a sbirciare il tuo Contest!
    Z&C

    RispondiElimina
  6. ricchissime e cremosissime...davvero complimenti!
    bacione

    RispondiElimina
  7. Ma che bella idea e tutta primaverile! ottima la scelta delle lasagne in verde e morbidissimo il condimento!
    bacioni

    RispondiElimina
  8. buonissima, ottima ricetta..la segno!

    RispondiElimina
  9. Mai mangiato gli agretti :-( a cosa assomigliano di sapore? Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Questa versione primaverile di lasagne con la "barba del frate" mi piace troppo!!!

    RispondiElimina
  11. Che bel piatto primaverile! Si dice che la Primavera risvegli gli animi, ma qui si risveglia soprattutto il mio appetito :-P
    A presto
    Anna Luisa

    RispondiElimina
  12. tanti agretti al mercato, ne approfitto della tua ricetta :P
    grazie e buon we!

    RispondiElimina