venerdì 30 dicembre 2011

Piccola bottega di campagna - Dicembre


Ebbene sì, tra qualche giorno ci ritroveremo a salutare il nuovo anno pieni di speranze, di aspettative e di buoni propositi...nella Piccola bottega di campagna però nulla cambierà, il tempo passerà come sempre scandito dal ritmo delle stagioni e gli scaffali si riempiranno di delizie sempre diverse ma così familiari nei colori e nei profumi da farci sentire a casa.
La ricetta che abbiamo scelto per celebrare il mese di Dicembre è una tavolozza di colori, quasi a dimostrare che anche in pieno inverno è possibile portare in tavola qualcosa di gioioso e di colorato senza ricorrere alla frutta fuori stagione.
Per cui siamo contente di annunciare che la vincitrice è...


Bavarose arancia e melagrana

Acquolina

per la bavarese all'arancia (6 porzioni):

200 g di panna,
2 tuorli,
40 g di zucchero,
3 g di gelatina in fogli,
1/2 bicchiere di spremuta di arancia filtrata,
150 g di latte.
Mettere a bagno la gelatina in acqua fredda. Lavorare i tuorli con lo zucchero, unire il latte e scaldare su fuoco basso fino a che la crema sarà addensata e velerà il cucchiaio ma senza bollire (crema inglese). Unire la colla di pesce scolata e mescolare bene, lasciare intiepidire. Aggiungere il succo d'arancia e mescolare. Montare la panna e unirla alla crema ormai fredda. Versare negli stampi monoporzione e congelare.

per i biscotti:

1 tuorlo,
40 g di zucchero,
100 g di farina di riso,
1 pizzico di sale,
50 g di burro,
1/2 cucchiaino di lievito per dolci.
Lavorare il burro a crema, unire il sale, la farina di riso e il lievito e mescolare bene, unire il tuorlo montato con lo zucchero e amalgamare il tutto. 
Ricoprire con pellicola trasparente e lasciare riposare mezz'oretta.
Stendere l'impasto a 2-3 mm di spessore, ricavare dei dischi e cuocere in forno caldo a 160°C fino a doratura (circa 15 minuti).

per la salsa all'arancia:

150 ml di spremuta d'arancia filtrata,
1 cucchiaio di zucchero,
2 cucchiaini di amido di mais.
Scaldare in un pentolino il succo con lo zucchero, unire l'amido e lasciarlo sciogliere mescolando bene, togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.

per la salsa alla melagrana:


150 ml di succo di melagrana filtrata,
1 cucchiaio di zucchero,
2 cucchiaini di amido di mais.
Scaldare in un pentolino il succo con lo zucchero, unire l'amido e lasciarlo sciogliere mescolando bene, togliere dal fuoco e lasciare raffreddare.

Montaggio:
Sformare le bavaresi congelate sui biscotti, lasciare scongelare almeno 1 ora in frigo o 1/2 ora a temperatura ambiente. Sistemare nei piatti e decorare con la salsa alla melagrana sopra la bavarese e quella all'arancia sul piatto. A piacere aggiungere chicchi di melagrana a e menta.

Complimenti alla carissima Francesca! La tua ricetta resterà sul sito di Malvarosa Edizioni per tutto il mese di gennaio!!! E voi, siete pronti per la prima sfida del 2012? Non vi resta che aspettare! A presto!

domenica 25 dicembre 2011

Il Natale del gattoghiotto e gli auguri in ritardo


Come ogni anno mi piace farvi curiosare tra i regali fai da te che mi amo preparare per i miei cari.
Che ne dite? Vi piacciono le mie confezioni? Quest'anno il bianco e l'oro la fanno da padroni. Che cosa c'è nella confezione?

- Biscottini di Natale (con la sparabiscotti)
- Ferratelle abruzzesi al cardamomo
- Confettura speziata di Natale 
 - Vanilla Kipferl alle nocciole

Ma prima di lasciarvi le ricette ne approfitto per fare glia auguri anche se in ritardo a tutti quelli che passano di qui...che questo santo Natale possa portare un po' di serenità e di pura felicità nel vostro cuore.
Io mi prendo qualche giorno di ferie dal blog ma tornerò prestissimo!!!

Biscottini di Natale con la sparabiscotti:

La lista della spesa:
- 300g di farina
- 120g di zucchero
- 200g di burro ammorbidito
- 3 tuorli d'uovo
- un pizzico di sale
- qualche goccio di essenza naturale di vaniglia
- confettini colorati

1) Montate il burro con lo zucchero ed il sale fino ad ottenere un composto spumoso, aggiungervi i tuorli uno alla volta, la farina precedentemente setacciata (poca per volta) e l'essenza di vaniglia.
2) Mettere il composto nella sparabiscotti con il disco ad albero di natale e distribuirle nella teglia premendo con la pistola mentre la punta rimane aderente alla teglia.
3) Decorare con i confettini colorati ed infornare a 200° per circa 10 minuti, finchè saranno dorati.
4) Sfornare e lasciare raffreddare.

Confettura speziata di Natale

La lista della spesa:
- 1 Kg di mele rosse al netto degli scarti già tagliate a dadini
- 500g di zucchero
- 1 busta di Fruttapec
- la scorza grattugiata di un limone
- 1 cucchiaino di noce moscata
- 1 cucchiaino di zenzero in polvere
- 1 cucchiaino di cannella in polvere
- 50g di pinoli

1) Fare bollire le mele con lo zucchero e il Fruttapec come da indicazioni riportate sulla busta del gelificante.
2) Aggiungere la scorza di limone e le spezie, togliere dal fuoco e passare con il minipimer affinchè la confettura risulti liscia.
3) Rimettere ancora tre minuti sul fuoco, spegnere la fiamma, aggiungere i pinoli, mescolare bene e invasare nei vasetti di vetro precedentemente sterilizzati. Chiudere bene e fare raffreddare. Conservare in luogo fresco se non si consuma immediatamente.



Ferratelle abruzzesi al cardamomo

Questa ricetta l'ho presa pari pari dal blog della mia carissima amica nonchè sorella Claudia...dopo aver assaggiato le sue mi sono comprata il ferro per farle:D!

La lista della spesa:
- 4 uova
- 8 cucchiai di zucchero
- 8 cucchiai di olio evo  (in alternativa olio di semi)
- la scorza di un limone grattugiata
- farina 00 q.b (circa 500g)
- 10 bacche di cardamomo


1) In un  recipiente lavorare le uova con lo zucchero, l'olio, la scorza di limone e i semi di cardamomo precedentemente polverizzati.
2) Aggiungere a poco a poco la farina continuando a lavorare finchè l'impasto avrà la stessa consistenza degli gnocchi.
3) Formare delle palline tutte uguali (le mie erano di circa 23-24g l'una) e cuocerle nel ferro già rovente e unto con dell'olio girandole un paio di volte (Attenzione!! Si bruciano in fretta quindi non tenere troppo sul fuoco!).
4) Fare raffreddare e conservare in una scatola di latta

Vanilla Kipferl alle nocciole

Sono partita dalla ricetta di Claudia ma ho poi optato per le nocciole al posto delle mandorle...buonissimi!!!

La lista della spesa:
300 gr di farina
- 250 gr di burro
- 125 gr di zucchero
- 3 tuorli
- 125 gr di nocciole tostate e tritate 
- qualche goccio di estratto naturale di vaniglia
- 100 gr di zucchero a velo vanigliato

1) Lavorare il burro con lo zucchero ed i tuorli fino ad ottenere un composto cremoso, quindi aggiungervi la farina, la vaniglia e le nocciole e lavorare velocemente formando un palla. Fare riposare in frigorifero per un' oretta circa nella pellicola.
2) Dividere l'impasto in mucchietti di circa 20g l'uno e formare dei salamini più sottili alle stremità, curvare ai lati a formare i classici vanilla kipferl. 
3) Infornare a 180° per circa 10 minuti, finchè non saranno dorati. Fare raffreddare e cospargere con lo zucchero a velo.


giovedì 22 dicembre 2011

Al nostro piccolo fiore


20 dicembre 2011

Cara cucciolotta,
è il tuo compleanno ed io e papà ci commuoviamo a guardarti e a scoprire che sei cresciuta...e tanto!
Non sei più quel goffo frugoletto che riempiva di gioia le nostre giornate ma ti stai trasformando in una bellissima signorina di cui siamo molto orgogliosi.
Sei cambiata moltissimo in questi anni ma alcune cose di te non sono affatto cambiate: la tua caparbietà, il tuo osservare sempre tutto senza farti mai sfuggire nulla ed anche il tuo modo di sorprenderci di tanto in tanto con la tua incredibile dolcezza e la tua sensibilità.
Sei unica e ti vogliamo un mondo di bene!
Ti auguriamo un futuro meraviglioso, che tu possa realizzare tutti i tuoi sogni e i tuoi desideri.
Vicino a te ci saremo sempre io e papà, per darti forza e per coccolarti, per spronarti e per consigliarti.
Sei il nostro amore.

Mamma e Papà


Per realizzare la torta ho preparato questo Pan di Spagna, l'ho bagnato con uno sciroppo di acqua e zucchero e l'ho farcito con nutella e panna montata.
Panna montata (bianca e rosa), zuccherini, lingue di gatto e lentine di zucchero per decorare.
Per realizzare la mia bimba in pasta di zucchero ho utilizzato la ricetta con il miele, la trovate da Imma.



lunedì 19 dicembre 2011

150 primavere...


Nel 2010 Olio Sasso ha compiuto 150 anni ed ha deciso di festeggiare invitando tutti i suoi utenti ad interpretare la Primavera attraverso una fotografia per poter diventare protagonisti di una serie limitata di latte di olio d'oliva.
Nel corso dell'anno sono riusciti a raccogliere 1700 foto e a creare con le stesse una galleria virtuale su flickr.
Inoltre Olio Sasso, ha deciso di portare la primavere nelle piazze italiane attraverso una mostra itinerante che ha attraversato lo stivale trasmettendo i valori di gioia, risveglio e leggerezza intrinsechi nel concetto di "primavera" e da sempre il linea con i valori di Sasso.
Solo oggi, grazie ad una giuria di professionisti, sono state scelte le 10 foto finaliste ed è possibile trovare le latte Sasso 2011 sugli scaffali dei migliori negozi di alimentari e nella grande distribuzione.


Queste in alto sono le foto finaliste che potete trovare, oltre che sulle latte di olio, anche sul sito www.150primavere.it.
Devo dire che sono tutte davvero molto belle...la mia preferita? Quella con le ninfee!!!E la vostra?...è partita la caccia alla storica latta Sasso...cosa state aspettando??!!!



venerdì 16 dicembre 2011

Ruvida...ruvidissima...


Questa pasta è davvero incredibile!! E' di farro, essiccata a bassa temperatura, trafilata in bronzo...insomma...musica per le mie orecchie e per il mio palato! Sono i fusilli 555 Marcozzi di Campofilone,  sono molto saporiti e la loro superficie è ruvidissima, adatta a catturare tutto il condimento. 
Ho pensato di fare un bel soffrittino di cipolla, carota e sedano, di farci rosolare della salsiccia e dei cubetti di patata, sfumare il tutto con un buon vino bianco e pepare abbondantemente...buonooooo!!


La lista della spesa:
- 250g di fusilli 555 Marcozzi di Campofilone
- 1 carota
- 1 costa di sedano
- 1/2 cipolla non troppo grossa
- 350g di salsiccia saporita
- 2 patate medie
- 1/2 bicchiere di vino bianco buono (io Arneis)
- olio evo
- sale e pepe

1) Sminuzzare la carota, il sedano e la cipolla e farli soffriggere in due cucchiai di olio evo, aggiungere la salsiccia precedentemente liberata della pelle e spezzettata, fare rosolare a fiamma viva finchè la salsiccia si dora in superficie.

2) Quindi aggiungere le patate tagliate a cubetti e lasciare insaporire, continuare a fiamma alta, quando è ben caldo sfumare con il vino bianco, regolare di sale e abbassare la fiamma. Continuare a cuocere.

3) Nel frattempo lessare la pasta seguendo le indicazioni riportate sulla confezione. Scolare la pasta e farla saltare in padella con il condimento alcuni secondi.

4) Impiattare, spolverizzare con abbondante pepe nero e finire con un giro d'olio a crudo.


Vi interessa acquistare la pasta? La trovate qui insieme a tante altre delizie!!

martedì 13 dicembre 2011

Una torta coi bignè il mio compiblog e la cucina a domicilio


Qualche giorno fa il mio blog ha compiuto 2 anni, quante cose sono cambiate dal primo click...persone splendide che sono entrate nel mio cuore, esperienze che mai pensavo di poter vivere e piccole grandi soddisfazioni che fanno sì che questo mio piccolo spazio rappresenti uno stimolo vivo, una valvola di sfogo dove raccontarmi e condividere la mia passione con tutti quelli che hanno voglia di seguirmi. Voglio ringraziare tutti, grazie a voi oggi il gattoghiotto è cresciuto, io sono cresciuta insieme a lui e...beh, sto diventando un po' troppo sentimentale e non voglio commuovermi anche quest'anno!! Una delle evoluzioni del mio blog è stata la cucina a domicilio, sicuramente molti di voi ricorderanno il post in cui io e Fabiana annunciavamo la nascita de Le fate del Gusto, oggi (in realtà già da un po') io e la mia grande amica Fabiana per ragioni diverse, quasi tutti riconducibili al nostro essere anche mamme con mille impegni, abbiamo deciso di continuare ognuna per la sua strada, sempre pronte a scambiarci idee e consigli ma libere di impostare questa nostra attività come meglio riteniamo. Sono quindi ad annunciare che da oggi troverete sul mio blog una pagina dedicata alla Cucina a domicilio, per il momento sono presenti alcune delle foto dei miei piatti, come sempre sono sicura che le immagini parleranno più delle parole.
E per festeggiare sia il compi blog che la Cucina a domicilio vi lascio la ricetta di questa torta che ho realizzato per una cresima (in realtà questa era la figlia, la mamma aveva un diametro di 50 cm!)...vi piace? Allora non resta che brindare, cin cin a il gattoghiotto, a tutti i futuri successi e soprattutto a voi che mi seguite e mi sostenete sempre! Grazieeee!!

La lista della spesa per una torta da 26 cm di diametro:

Per il pan di Spagna ho usato la ricetta di Mara che ho adottato e non lascerò più, veloce e leggero e...viene sempre bene!!Provate!
- 4 uova (per una teglia più grande basta aumentare il numero di uova e proporzionare il tutto)
- lo stesso peso delle quattro uova sgusciate di farina
- lo stesso peso delle quattro uova sgusciate meno 10g di zucchero
- 1 bicchierino da liquore piccolo di acqua (non esagerate, meglio metterne metà ed eventualmente aggiungerne ancora un po')
- 1 bustina di lievito da dolci
- qualche goccia di aroma naturale di vaniglia

Per la bagna:
- 100ml di acqua
- 100g di zucchero
- qualche goccia di estratto naturale di vaniglia

Per la crema pasticcera al cioccolato:

- 500ml di latte intero
- 5 tuorli d'uovo
- 200g di zucchero
- 80/100g di cioccolato fondente
- 45g di farina
- qualche goccia di essenza naturale di vaniglia

Per i bignè (ne verranno in abbondanza quindi se volete preparatevi un po' più di crema o panna!):

- 100g di burro
- 100g di acqua fredda
- 100g di farina
- 3 uova
- 1 pizzico di sale
- 1 cucchiaino di lievito per dolci

Per la ganache al cioccolato:

- 120g di cioccolato fondente da copertura
- 100g di panna da montare
- 1 cucchiaio d'olio di semi di arachide

- 200g di panna da montare
- 100g di zucchero
- qualche goccia di aroma naturale di vaniglia
- lingue di gatto per decorare
- granella di nocciole
- zuccherini oro e argento
- zucchero a velo

1) Preparare il pan di Spagna montando con le fruste elettriche le uova con lo zucchero a lungo finchè non si otterrà un composto spumoso e gonfio (deve raddoppiarsi di volume), incorporarvi, sempre montando, la farina setacciata un po' per volta. A questo punto, aggiungere la vaniglia e il bicchierino d'acqua, anch'esso a filo e poco per volta. Per ultimo unire il lievito. In tutto questo non smettere mai di montare. Versare il composto in una tortiera imburrata ed infarinata ed infornare a 180° per 30-35 minuti...il risultato sarà un materassone sofficissimo! Lasciare raffreddare.

2) Preparare la bagna facendo bollire gli ingredienti qualche minuto finchè lo zucchero non sarà completamente sciolto.

3) Preparare la crema lavorando con le fruste elettriche i tuorli con lo zucchero, quando il composto sarà chiaro e spumoso incorporarvi prima la vaniglia e poi la farina setacciata poco per volta. Aggiungere il tutto al latte precedentemente scaldato (deve essere quasi all'ebollizione) e mescolare in continuazione, la fiamma deve essere bassa altrimenti si brucia tutto!! Quando la crema si sarà raddensata e starà per bollire, spegnere la fiamma, metterne da parte 2 o 3 cucchiai e incorporare al resto il cioccolato precedentemente sminuzzato. Mescolare energicamente fino a quando la crema non sarà omogenea e cioccolatosa. Fare raffreddare.

4) Preparare i bignè: Tagliare il burro freddo a dadini e metterlo sulla fiamma insieme all'acqua fredda anch'essa e al sale. Quando il burro sarà completamente sciolto e bollirà aggiungere la farina in un' unica soluzione e mescolare velocemente finchè sarà tutto incorporato e il composto si staccherà dalle pareti. Togliere dal fuoco e aggiungere poco per volta (mi raccomando unire un po' e non aggiungerne altro finchè non sarà completamente assorbito) incorporando a mano energicamente le uova precedentemente sgusciate e leggermente sbattute, la massa si deve staccare dai bordi. Lavorare velocemente (volendo anche facendosi aiutare da uno sbattitore con frusta a K per una decina di minuti, a questo punto il composto sarà morbido, è normale se si attaccherà ai bordi, aggiungere il lievito, mescolare il tutto e trasferire in una sacca da pasticcere con bocchetta grande liscia. Distribuire dei piccoli gnocchetti di composto in una teglia da forno foderata con carta forno, con l'aiuto di un pennellino inumidito con acqua schiacciare leggermente le puntine che si creano quando il composto esce dalla sacca da pasticcere ed infornare in forno statico (no ventilato) a 180°/190° per circa 15 minuti (io li lascio qualche minuto in più, se i bignè non sono cotti si schiacciano tutti quando si apre il forno e sono da rifare!!!!). Lasciare raffreddare.

5) Assemblare la torta: Tagliare il pan di Spagna in 3 dischi, montare la panna (200g) con lo zucchero (100g) e la vaniglia. Bagnare il fondo di pan di spagna con la bagna, farcire con la crema al cioccolato, sistemarci sopra l'altro disco di pan di spagna, bagnare e farcire con la panna montata alla quale avremo precedentemente incorporato i cucchiai di crema pasticcera classica tenuta da parte. Altro disco di pan di Spagna, bagnare.

6) Preparare la ganache al cioccolato facendo bollire la panna (100g) e trasferendola in un pentolino dove avremo sminuzzato il cioccolato (120g), mescolare energicamente, se il cioccolato non si scioglierà subito, rimettere sulla fiamma per qualche istante. Aggiungere l'olio di semi, incorporare finchè la ganache non sarà liscia, omogenea e lucida. Fare raffreddare un po', non deve essere troppo liquida ma avere la consistenza giusta per essere distribuita versandola.

7) Versare la ganache sulla torta, livellando bene la superficie. Riempire i bignè con le creme rimaste (panna, cioccolato) e sistemarli garbatamente sulla torta. Con le lingue di gatto decorare il laterale utilizzando la crema al cioccolato come collante. Cospargere con zuccherini oro-argento e granella di nocciole. Circondare con un bel fiocco di organza e prima di servire spolverizzare con dello zucchero a velo.

lunedì 12 dicembre 2011

Crostata insolita al panettone


In questi giorni ho cominciato a pacioccare un po' con i fantastici panettoni che il Sig. Loison mi ha spedito e devo dire che ne sono venute fuori delle ricette davvero interessanti, questa è una di quelle, un guscio di frolla con un velo di marmellata di mirtilli, uno strato di panettone Loison ai fichi, un generoso riempimento di crema leggera al limone, tante fettine di mele e petali di mandorle tostate...deliziosa!!
Volete la ricetta?? Eccovela...


La lista della spesa:

Per la frolla:
- 200g di farina
- 100g di zucchero
- 100g di burro
- 1 uovo
- 1 pizzico di sale
- 1/2 cucchiaino di cannella

Per la crema leggera:
- 1 tuorlo d'uovo
- 90g di zucchero
- 60g di farina
- 500ml di latte intero
- 1 foglio e 1/2 di colla di pesce
- la scorza grattugiata di un limone bio

- 1 fetta piuttosto grossa di panettone Loison ai fichi
- 2 mele dolci
- marmellata di mirtilli
- gelatina di albicocche per lucidare
- mandorle a scaglie
- zucchero a velo

1) Preparare la frolla lavorando il burro con lo zucchero, il sale, la cannella e la farina fino ad ottenere un composto sbriciolato, unire l'uovo e assemblare velocemente il tutto. Formare una palla e metterla in frigo per circa un'ora.
2) Nel frattempo preparare la crema mettendo i fogli di colla di pesce in acqua fredda per una decina di minuti.Lavorare il tuorlo con lo zucchero finchè non diventerà spumoso, poi aggiungervi la farina, la scorzetta di limone e un bicchiere del latte precedentemente scaldato, sciogliere bene il composto poi trasferirlo nel resto del latte caldo in una casseruola sul fuoco basso. Cuocere mescolando continuamente finchè il composto non si raddenserà. Mettervi dentro i fogli di colla di pesce precedentemente strizzati e mescolare. Fare raffreddare.
3) Stendere la pasta frolla e foderarvi una teglia da forno precedentemente imburrata ed infarinata, bucare il fondo con i rebbi di una forchetta, quindi distribuirvi uno strato molto sottile di marmellata di mirtilli.
4) Tagliare il panettone a fette sottili e creare uno strato uniforme che ricopre tutto il disco di frolla.
5) Stendere la crema generosamente sul panettone e livellare bene, ricoprire con fettine sottili di mela e scaglie di mandorle ed infornare a 180° per circa 20 minuti, finchè non sarà cotta.
6) Fare raffreddare quindi spennellare con la gelatina di albicocche leggermente scaldata, completare con una spolverizzata di zucchero a velo


Grazie Sig. Loison!!!

mercoledì 7 dicembre 2011

A scuola di caffè con Slow Food e Philips Saeco


Mercoledì 30 novembre sono stata ospite dell' Osteria del Boccon Divino di Bra per assistere al mini master sul caffè organizzato da Slow Food in collaborazione con Philips Saeco. E' stata una piacevolissima serata, le bellissime macchine del caffè di Philips Saeco erano già pronte in  bella mostra per farci assaggiare alcune varietà di caffè coltivati in diverse parti del mondo, tutti presidi Slow Food...


Ad animare la serata c'erano Lucia Freschi - Brand Manager di Philips Saeco


E Gabriella Baiguera - Docente di Slow Food che ci ha deliziato con mille curiosità ed informazioni sul caffè e  su come degustarlo


Il primo caffè l'abbiamo bevuto come aperitivo prima di cena, si tratta di un caffè molto particolare che viene coltivato in Etiopia, si chiama Harenna e prende il nome dalla foresta in cui cresce spontaneamente.
E' un caffè che si prepara lasciandolo in infusione nell'acqua calda e ci è stato servito leggermente salato e speziato con Cardamomo, Zenzero e Chiodi di Garofano


Dopo un primo assaggio di caffè hanno cominciato ad arrivare le pietanze, devo dire che abbiamo mangiato benissimo, il menù comprendeva ben quattro presidi Slow Food


Quindi, dopo il dolce, è ripresa la degustazione e le macchine del caffè di Philips Saeco hanno ricominciato a macinare i preziosi chicchi...


La bellissima Xelsis digital ID faceva bella mostra di se su di un vecchio pianoforte...


Abbiamo degustato il Caffè della montagna Camapara (Honduras), il Caffè della Sierra Cafetalera (Repubblica Dominicana) e il Caffè delle terre alte di Huehuetenango (Guatemala)


La serata si è conclusa con i ringraziamenti al Sig. Gianni Ramello per i buonissimi vini bevuti durante la cena


E allo Chef...davvero bravissimo!!


Io ringrazio di cuore Philips Saeco e Slow Food per questa bella opportunità ed invito tutti ad andare a mangiare all'Osteria del Boccon Divino di Bra...ne rimarrete conquistati!

Osteria del Boccon Divino
Via Medicità, 14 
12042 - Bra (CN)
Tel 0172/425674

martedì 6 dicembre 2011

Tutte le farine di Claudio


E' stato bello visitare insieme a Carlo Vischi, a Claudia e allo Chef  Felice Lo Basso il mulino a pietra di Claudio Merlo.
Il suo "laboratorio" nel pinerolese è un luogo fantastico in cui il mais viene lavorato a pietra, come una volta, mantenendo un gusto ed una consistenza unica.


Le specie di mais utilizzati per queste farine sono antiche varietà autoctone che vengono coltivate proprio nelle campagne vicino a Pinerolo, una di queste è il Mais Nero, ma anche l'Ottofile giallo e rosso e il Pignolet.


Parlando con Claudio mi sono presto accorta della passione che anima il suo lavoro, il recupero delle tradizioni, l'amore per il territorio e la voglia di far conoscere a tutti i sapori che spesso sono dimenticati, come quello di una buona polenta rustica.


Mi ha colpito molto la cura per ogni singolo dettaglio...più che un mulino sembra di essere in uno showroom, le farine sono garbatamente riposte in una vecchia credenza, le pannocchie fanno parte dell'arredo e tutto è ordinato ed accogliente...




Alla fine della visita Claudio ci ha fatto omaggio di alcune farine La Cascina dei Conti la cui sola vista mi faceva venire voglia di mettere il paiolo sul fuoco! E infatti non ho resistito...appena arrivata a casa ho provato subito la farina di mais nero...



Ecco il risultato...


Polenta di Mais Nero con seppioline al vino rosso e cavolo nero saltato

La lista della spesa per 3/4 persone:
- 300g di polenta di Mais Nero La Cascina dei Conti
- 1 cavolo nero
- 400g di seppioline pulite
- 1 bicchiere di vino rosso corposo (io Dolcetto)
- 2 spicchi d'aglio
- olio evo
- sale

1) Preparare la polenta mettendo in una casseruola 2 bicchieri d'acqua per ogni bicchiere di polenta e portando il tutto ad ebollizione. Girare continuamente per circa 60 minuti, finchè la polenta non avrà preso la consistenza desiderata, salare.
2) Nel frattempo scaldare 2 cucchiai di olio in una padella con uno spicchio d'aglio e farvi saltare le seppioline a fiamma alta per qualche minuto, sfumare con il vino rosso, abbassare la fiamma e cuocere per 15-20 minuti, finchè non saranno tenere, regolare di sale.
3) Il un'altra pentola scaldare dell'olio con uno spicchio d'aglio e farvi saltare solo per qualche istante le foglie di cavolo vero intere ma private della costa centrale, girarle e salarle.
4) Sistemare la polenta calda in un piatto, sistemarci sopra le foglie di cavolo nero disposte a "nido", all'interno mettere le seppioline e irrorare con il sughetto al vino delle seppie.

domenica 4 dicembre 2011

Cocotte delle feste


Oggi siamo ufficialmente entrati in clima natalizio...almeno a casa nostra!Abbiamo addobbato l'albero con i bimbi mentre ascoltavamo le canzoncine di Natale, ci siamo divertiti a sistemare sulla mensola della sala la mia collezione di Babbi Natale che ogni anno aumenta di qualche unità e ci siamo emozionati quando le lucine si sono accese!! Che bello!!!Adoro il Natale e tutto ciò che si porta dietro, pietanze da preparare, regali da realizzare, bimbi da accontentare e amici e parenti da andare a trovare...una maratona per tutti che termina con un lungo sospiro di sollievo quando il giorno di Natale ci si accorge che si è tavola con chi si ama e tutto è miracolosamente filato liscio come al solito!
Naturalmente anche il blog si veste a festa, infatti grazie a Ferrarini ho avuto l'occasione di cominciare a pensare al Natale ed in particolare alla tavola di Natale...il principe della tavola? Il Prosciutto Cotto Ferrarini...ecco la mia proposta...


La lista della spesa per 4/5 cocotte:

Per la besciamella:
- 500ml di latte
- 50g di burro
- 50g di farina
- 3 cucchiaini di curry
- 3 cucchiaini di curcuma
- noce moscata
- sale, pepe 

- 2 vaschette di Prosciutto cotto Ferrarini 
- 4 patate piuttosto grosse lessate
- 100g di formaggio dolce tipo Asiago
- fette di formaggio dolce
- Bacche di pepe rosa

1) Preparare la besciamella facendo sciogliere il burro in una casseruola. Quando sarà completamente sciolto aggiungere la farina in  un'unica soluzione e mescolare velocemente con una frusta, quindi unirvi il latte e cuocere a fiamma bassa sempre girando finchè non avrà raggiunto la densità desiderata. Salare e pepare e aggiungervi continuando a girare una spolverata di noce moscata, il curry poco per volta e la curcuma anch'essa gradualmente. Mescolare finchè il composto non sarà omogeneo.

2) Grattugiare del Parmigiano Reggiano delle Fattorie Ferrarini, tagliare le patate in fette sottili  e sminuzzare le mixer il formaggio dolce.

3) Unire il formaggio sminuzzato alla besciamella intiepidita e procedere ad assemblare le cocotte. Imburrare le cocottine, distribuirvi un lieve strato di besciamella. sistemarvi ordinatamente uno strato di fettine di patate, procedere quindi con il Prosciutto cotto Ferrarini, un'altro strato, questa volta più consistente di besciamella, Parmigiano Reggiano delle Fattorie Ferrarini grattugiato a volontà e poi di nuovo le patate. Finire con la besciamella e il Parmigiano Reggiano delle Fattorie Ferrarini.

4) Infornare a 200° per circa 20 minuti stando attenti a non farle brunire troppo in superficie.

5) Con un taglia pasta natalizio tagliare le fette di formaggio a stella, albero di natale ecc..., sistemarle sulla superficie della cocotte. Rimettere nel forno caldo per cinque minuti, decorare con le bacche rosa e stelline di  Prosciutto cotto Ferrarini e servire.