martedì 30 novembre 2010

La saggezza e la polenta


Mio nonno è la persona più saggia ed intelligente che io abbia mai conosciuto eppure non ha studiato.
Ha un cuore grande e non ha bisogno di molte parole per farti capire che ti vuole bene.
Ho tanti ricordi di momenti passati insieme e in ogni occasione ho sempre imparato qualcosa.
Da bambina mi ha insegnato a ritagliare, mi seguiva mentre ritagliavo le figure dai giornali e mi guidava per non farmi uscire dai margini. Lui ha fatto tanti lavori nella sua vita, li ricorda tutti e ama raccontare a chi ha voglia di ascoltarlo tutte le sue imprese con dovizia di particolari. Quando io e mio fratello eravamo ragazzini ci ha portato a pesca qualche volta, era un vero campione e conserva tutte le coppe vinte...poi un giorno mio fratello è caduto dall'alto e benchè non si sia fatto nulla  a pesca non ci siamo più andati. Dovunque vada ha sempre amici da andare a trovare, è una persona profondamente buona ed è veramente difficile non trovarlo simpatico. La vita per lui, claudicante da sempre, è stata un po' più dura che per gli altri ma forse me ne rendo conto solo adesso perchè non l'ha mai fatto pesare. Mio nonno sa di idraulica, di falegnameria, di decorazione, di muratura, di botanica, di architettura, di ingegneria e naturalmente di cucina. E' un bravissimo cuoco, come quasi tutti in famiglia,  ed è una buona forchetta. Per tanti anni i miei nonni hanno vissuto accanto a noi, nello stesso pianerottolo e spesso andavamo a mangiare da loro. Per me era come avere due case...facevo due passi ed entravo a casa dei nonni, non chiudevano mai la porta ed io potevo andarli a trovare quando volevo. Il mio posto a tavola era proprio vicino a mio nonno, lui mi riprendeva se non stavo composta e mi raccontava del suo passato ma soprattutto mi insegnava ad apprezzare la cucina, ad abbinare i gusti.
C'è un ricordo al quale sono particolarmente affezionata, quando mia nonna faceva la polenta "sulla tavola"e noi contenti la mangiavamo, ognuno partendo dal proprio angolino. Poi nonno Picchio tirava fuori la sapa (sciroppo di mosto d'uva) ne versava un po' sulla polenta scondita e finiva il pasto con polenta e sapa...e si aspettava che anche noi facessimo lo stesso!! Naturalmente gran parte delle sue convinzioni hanno un fondamento...insomma mio nonno la sa proprio lunga...anche su polenta e sapa. 
Sabato quando ho visto la ricetta di Ely ho subito pensato a lui, sicuramente avrebbe approvato l'abbinamento.
Domani è il suo compleanno e ne approfitto per dedicargli questa ricetta, per fargli i miei più cari auguri e per dirgli che gli voglio bene.





Polentine dolci alla sapa - gluten free

La lista della spesa:
- 150g di farina di mais
- 150g di farina di fumetto (farina di mais rimacinata molto fine)
- 50g di farina di riso
- 30g di fecola di patate
- 3 cucchiai di sapa
- 2 uova
- 200g di zucchero
- 1 cucchiaino di scorza grattugiata di arancio
- 50g di olio evo
- 1 cucchiaino di bicarbonato
- 1 pizzico di sale

1) Mettere tutti gli ingredienti nell'impastatrice e lavorare per circa 3 minuti
2) Ungere ed infarinare (con farina di riso) degli stampini per muffins e riempirli per 2/3 con il composto
3) Cuocere a 180° per 20 minuti circa
4) Fare raffreddare e servire


Con questa ricetta partecipo al contest di Meggy


Alla raccolta di Giulia 

E dopo uno sformatino di topinambur e una cotoletta impanata nella farina di mais con contorno di verdure saltate direi che potrebbe partecipare al contest di Glu-fri 

lunedì 29 novembre 2010

E finalmente gli Sweet premi...


Buona settimana a tutti!!! Eccoci qui finalmente con la lista dei premi in palio per il mio contest "Sweet moments" che, ricordo, scade l'8 dicembre...qualche giorno fa vi avevo anticipato che ci sarebbero state delle sorprese in vista e le sorprese ci sono eccome!!!
 I premi in palio infatti sono stati gentilmente messi a disposizione da Decora, azienda leader nella decorazione dolciaria e scelti dalla sottoscritta e da Decora pensando proprio al tema del contest: la piccola pasticceria...ma veniamo al dunque...

1° Classificato


Set professionale per decorazione con 26 cornetti, spillo per fiori e contenitore
+

Pirottini colori pastello
+
1 prodotto alimentare a sorpresa

2° Classificato

Teglia antiaderente per mini muffins da 12
+ 

Pirottini colori pastello
+
1 prodotto alimentare a sorpresa

3° Classificato

12 pirottini in silicone per piccola pasticceria o cioccolatini
+
1 prodotto alimentare a sorpresa



Che ne dite di questi premi? Non sono favolosi? Non mi resta che ringraziare Decora per la generosità e la disponibilità dimostrata ed invitare tutti voi a visitare il sito ufficiale qui dove troverete i tanti cataloghi di Decora pieni zeppi di meravigliosi articoli...per non parlare del catalogo di Natale...non ve lo perdete!!!!
Allora con questi premi che aspettate? Se non l'avete ancora fatto...PARTECIPATE!!!!Avete ancora un po' di tempo!!!!!

domenica 28 novembre 2010

Il Natale è con Caffarel


E' davvero con immenso piacere che vi annuncio che anche Il gattoghiotto è stato scelto da Caffarel per partecipare all'iniziativa "Natale con il cioccolato Caffarel".
La famosa azienda piemontese, che da qualche tempo collabora con il mondo dei food blogger, ha invitato alcuni di noi ad utilizzare il loro pregiatissimo cioccolato per realizzare golosi dolci natalizi.
E' stato davvero emozionante ricevere questa bellissima scatola di latta decorata piena di deliziose bontà firmate Caffarel...


Ora non mi resta che mettermi all'opera...ho già qualche idea per valorizzare al meglio questo meraviglioso cioccolato!!
Intanto invito tutti a visitare il sito di Caffarel per scoprire le fantastiche idee regalo per le prossime feste...le trovate qui ...


A presto con il mio dolce di Natale e naturalmente con...

venerdì 26 novembre 2010

Supremes de Volaille aux Champignons di Julia Child


Eccoci di nuovo nella cucina di Julia per l'ultimo appuntamento prima delle feste...sì infatti la rubrica riprenderà regolarmente dopo la pausa natalizia per poter dare giustamente spazio a questo momento così bello dell'anno.
Ma torniamo a bomba su queste supremes, petti di pollo per noi dello stivale, Julia spiega nel suo libro come ricavare i petti di pollo dal busto ed io cercherò di spiegarlo a voi...proprio come sul libro di Julia e cioè senza nessuna immagine!!!
Inutile dire che questo secondo piatto è veramente gustoso, in particolare la salsa è deliziosa...assolutamente da provare!


Come ricavare i petti di pollo dal busto:

Dall'apertura posteriore del pollo pulito e pronto da cuocere fare scivolare le dita tra la pelle e la carne e rimuovere la pelle. Poi tagliare contro la cresta dello sterno per allentare la carne dall'osso. Disgiungere l'ala dove si unisce alla carcassa e proseguire a tagliare lungo la cassa toracica fino a quando la carne da un lato del petto si separa dal tessuto osseo in un unico pezzo. Estrarre il petto di pollo. Tagliare ed eliminare il tendine bianco che si trova sul lato inferiore del petto di pollo. Appiattire il petto premendolo bene con il lato di un coltello pesante. Procedere con la cottura.


Ingredienti:
- 2 petti di pollo divisi in 2 parti e pressati (se sono troppo spessi consiglio di dividerli ulteriormente in 2 fette)
- 5 cucchiai di burro
- 1 cucchiaio di scalogno o cipollotto tritato
- 125g di champignons tagliati a fette o a dadini
- sale


Per la salsa:
- 60g di brodo chiaro o scuro di manzo o pollo
- 60g di porto o madeira o vermouth bianco secco
- 230g circa di panna
- succo di limone
- prezzemolo fresco tritato
- sale e pepe


1) Scaldare il burro in una casseruola ed abbassare la fiamma quando inizia a schiumare. Aggiungere lo scalogno/cipollotto e saltare un momento senza farlo brunire.
2) Unire i funghi e saltarli per uno o due minuti senza farli dorare troppo. Regolare di sale.
3) Cuocere i petti di pollo con i funghi e il burro poi rimuoverli dalla casseruola lasciando li i funghi.
4) Preparare la salsa versando il brodo e il vino nella casseruola con il burro, ridurre a fuoco alto finchè il composto non diventa sciropposo.
5) Aggiungere la panna e fare bollire a fuoco alto finchè la crema non si sarà addensata leggermente. Regolare di sale e di pepe ed aggiungere a piacere qualche goccia di limone.
6) Versare la crema sui petti di pollo e cospargere con prezzemolo fresco. Servire subito.

Con la salsa agli champignons partecipo alla raccolta di Maetta


giovedì 25 novembre 2010

Un tuffo nell'arancione...


Ok, è ufficiale...sono raffreddatissima!!!!...Etciùùùù!!!Frrrrrr!!!!(soffiata di naso!)...uffa! I bimbi me l'hanno passato ed ora sono qui mogia mogia con una montagna di fazzoletti attorno!!!Mi ci vuole proprio un piatto caldo, pieno di vitamine...yesss!!!Una bella vellutata tutta arancione...per farmi tornare il buonumore!!!

Vellutata arancio con chips di patata dolce ed erba cipollina


La lista della spesa:
- 1/4 di zucca mantovana pulita
- 1 pezzo di zucca gialla pulita (200g circa)
 - 4-5 carote medie pulite e mondate
 - 1 cipolla
- erba cipollina fresca
- olio evo
- sale e pepe

Per le chips:
- 1 patata dolce
- olio di semi per friggere
- sale

1) Tagliare la cipolla a dadini e soffriggerla in 2 cucchiai di olio evo
2) Intanto tagliare le zucche e le carote a pezzetti e aggiungerle alla cipolla, fare rosolare qualche secondo poi coprire con acqua, salare e portare a cottura
3) Scolare il tutto conservando il liquido di cottura, passare le verdure al mixer aggiungendo di volta in volta il liquido fino ad ottenere la densità desiderata, regolare di sale.
4) Con una mandolina tagliare la patata dolce, precedentemente pulita e pelata, in fette sottilissime e friggerle in abbondante olio caldo solo per qualche secondo finchè risultano appena dorate, salarle leggermente.
5) Servire la vellutata calda con una spolverata di erba cipollina appena tritata e le chips croccanti


E con questa ricetta medicamentosa partecipo al contest di Lucy 

martedì 23 novembre 2010

Pie mele e more


Quanto mi piace la frutta cotta...ohhh...l'ho detto...devo dire che la scoperta è piuttosto recente...sì, con mia grande sorpresa mi sono ritrovata ad amare dolci come i crumble o le pie, dolci dove la componente  frutta è molto elevata. Non vi stupisce a volte pensare come cambiano i gusti nell'arco della nostra vita? Ci sono cose che da piccoli non avremmo assaggiato neanche sotto tortura e che adesso mangeremmo a palate...una delle mie ultime scoperte?...la catalogna...sempre coltivata nell'orto di famiglia ma detestata fino a pochi mesi fa adesso non può mancare nel mio frigo...oppure...vogliamo parlare del pane nero che da ragazzina odiavo e adesso adoro???!!! Beh, però non mi capita mai il contrario...non mi capita che qualcosa che mangiavo da piccola adesso non mi piaccia più...ergo...direi che invecchiando si diventa di bocca buona!!!! O forse ci si lascia trascinare di più nella scoperta dei gusti...mah, sicuramente mi sono lasciata trascinare dal gusto di questa pie...

La lista della spesa:
- 180g di farina
- 120g di zucchero
- 1 uovo
- 1 cucchiaio di lievito per dolci
- 4 mele golden (io ho usato delle mele rosse dolcissime)
- 250g di more
- 120g di burro
- pangrattato q.b.
- un pizzico di sale

1) Montare il burro ammorbidito con 100g di zucchero, incorporarvi l'uovo sbattuto e la farina setacciata con il lievito e un pizzico di sale poco per volta. Impastare pochi secondi, giusto il tempo di mettere insieme gli ingredienti, formare una palla e metterla in frigo per circa 1 ora.
2) Sbucciare le mele, tagliarle a fettine e cuocerle a fiamma viva in una casseruola con lo zucchero rimasto e 1 dl d'acqua per circa 5 minuti.
3) Dividere la pasta il due parti e stenderla in due dischi di circa 3 mm di spessore
4) Rivestire con uno dei dischi di frolla uno stampo da 24 cm di diametro precedentemente imburrato ed infarinato. Bucherellare la pasta con i rebbi di una forchetta e cospargere il fondo con del pangrattato che andrà ad assorbire i liquidi che si produrranno durante la cottura.
5) Versare nel guscio di frolla le mele e le more e chiudere il tutto con il secondo disco di pasta frolla facendo attenzione a sigillare bene i bordi. Praticare delle piccole incisioni in superficie.
6) Cuocere a 180° per 40-45 min, fare raffreddare quindi a piacere spolverare con zucchero a velo e servire con panna montata leggermente zuccherata (a me piace di più se è tiepida!!)

lunedì 22 novembre 2010

Tatin di porri, pancetta e semi di finocchio


Assodato che adoro le tatin, sia esse dolci che salate, voglio augurare buona settimana a tutti con questa delizia...sì, oggi mini post!Smack!

La lista della spesa (per 2 tatin mono porzione):
- 1 rotolo di pasta sfoglia
- 4 o 5 porri
- 100g di pancetta dolce a cubetti
- Semi di finocchio
- Zucchero di canna (2 cucchiai circa)
- 1 noce di burro + 1 per i porri


1) Sciogliete una noce di burro in una padella e fateci rosolare i porri tagliati a fette tutte di uguale altezza, fatelo stufare aggiungendo un po' di acqua e girandolo sempre senza rompere le fette. Regolare di sale e di pepe e mettere da parte.
2) Nello stesso grasso fare rosolare la pancetta finchè non diventa dorata. 
3) Imburrare le mini pirofile, cospargerle con lo zucchero di canna (eliminarne eventualmente l'eccesso) e metterle sul fuoco fino a che lo zucchero non comincerà a caramellare.
4) Togliere dal fuoco, sistemare bene le fette di porro sul fondo delle pirofine, dividere la pancetta e spargerla sui porri, completare con qualche seme di finocchio a piacere.
5) Tagliare la pasta sfoglia in due cerchi leggermente più grandi delle pirofile e sistemarle sopra i porri. Infilare i bordi di pasta bene dentro le pirofile.
6) Infornare a 200° per circa 15 minuti. Lasciare intiepidire poi rovesciarla quando è ancora calda.

venerdì 19 novembre 2010

Espresso e light...


Quando ho visto il contest di Elga ho subito deciso di partecipare anche se devo dire che non è stato facile inventare una ricetta che unisse il gusto con l'assenza di grassi in cottura...beh, in realtà ho scoperto che si possono ottenere ottimi risultati ! Questa è la mia proposta per Lagostina spero sia anche di vostro gradimento...

Risotto ai gamberetti con pesto di prezzemolo, mandorle tostaste e crema di balsamico

La lista della spesa:
- 300g di riso per risotti 
- 150g di gamberetti lessati
- fumetto di pesce q.b.
- 1 cucchiaio di mandorle tritate e tostate + più altre da spargere sopra il riso prima di servire
- 1 mazzetto di prezzemolo fresco
- vino bianco secco q.b.
- 1 cucchiaio di crema di aceto balsamico
- 1 filo d'olio (facoltativo)
- sale e pepe appena macinato


1) Scaldare una padella antiaderente e versarci un fondo di brodo caldo di pesce (fumetto), 2 mestoli piccoli, aspettare che il brodo cominci a bollire poi unire il riso e farlo tostare qualche istante girandolo finchè non si asciuga il brodo.
2) Sfumare con il vino bianco e continuare la cottura del riso con aggiunte di brodo caldo di pesce.
3) Qualche minuto prima che la cottura sia ultimata aggiungere i gamberetti e farli insaporire bene.
4) Intanto preparare un pesto con il prezzemolo tritato, le mandorle e la crema di balsamico.
5) Quando il riso sarà cotto regolare di sale, spegnere la fiamma e mantecare con il pesto preparato.
6) Servire con una manciata di mandorle tostate, una macinata di pepe e a piacere con un filo d'olio a crudo.


P.S. Colgo l'occasione per scusarmi con tutti per non essere riuscita a passare nei vostri blog...causa problemi di connessione sto facendo davvero fatica a seguite tutto...un baciotto!

Con questa ricetta partecipo anche al contest di Ale, Claudia e Serena 


giovedì 18 novembre 2010

Il mio Sweet moment...


...Eccoci qui, mancano circa su per giù venti giorni alla fine del contest...beh, a parte il fatto che invito tutti quelli che non hanno ancora partecipato a farlo, colgo l'occasione per ringraziare tutti voi per l'entusiasmo dimostrato e per le bellissime ricette che mi state riservando(la giuria avrà davvero un compito arduo!!!) a questo punto non mi resta che dedicarvi il mio Sweet moments...tutto rosa confettino!!!

Le pesche dolci

La lista della spesa:
- 200g di farina
- 100g di burro
- 100g di zucchero
- 1 uovo
- 1 pizzico di sale
- 1/2 cucchiaino di lievito vanigliato
- alchermes
Per la farcitura
- Marmellata di pesche (ma anche crema pasticcera, crema al cioccolato, nutella, ecc...)



1) Mettere nel mixer il burro freddo a pezzetti con lo zucchero e mixarlo per pochi secondi affinchè si formi una crema omogenea.
2) Aggiungere l'uovo sbattuto e incorporarlo bene al burro
3) Unire gradualmente la farina setacciata con il lievito e il sale e lavorare velocemente solo per mettere insieme tutti gli ingredienti, formare una palla e farla riposare in frigo per circa 30-40 min
4) Togliere dal frigo, formare delle palline tutte uguali e sistemarle in una placca da forno foderata premendole leggermente alla base e facendo attenzione a non metterle troppo vicine tra loro
5) Infornare a 180° per circa 10 min, è molto importante la cottura, se si fanno asciugare troppo diventano dure bisogna evitare di cuocerle troppo!
6) Nel frattempo preparare una bagna con acqua e un bicchierino di alchermes, qui bisogna regolarsi un po' ad occhio, non deve essere troppo diluita perchè altrimenti non colora bene. Scaldarla un pochino e poi passarvi i biscotti ancora caldi, immediatamente dopo girarli nello zucchero semolato.
7) Unire le due parti con la farcia che più vi piace e decorare con una fogliolina...se vi và!


Allora vi aspetto!!! Ahhh!!! Dimenticavo...presto avrete notizie dei bellissimi premi in palio...sorprese in vista!!!Smack!

martedì 16 novembre 2010

...e il pollo fece indigestione di mele...


Mi piace cucinare la carne con la frutta, quel sapore agrodolce è tra i miei preferiti!! Ho trovato questa ricetta che faceva al caso mio e l'ho subito provata...se vi piace questo tipo di abbinamento la troverete davvero gradevole!
Ideale per il pranzo della domenica è un modo per trasformare un secondo tradizionale come il pollo ripieno in qualcosa di più...


Pollo ripieno con le mele renette
La lista della spesa:
- 1 pollo da 1 Kg circa
- 2 mele renette
- 15g di burro
- 1 cucchiaio di gelatina di ribes rosso
PER IL RIPIENO
- 15g di burro
- 1 cipolla piccola tritata fine
- 60g di funghi champignons tritati fini
- 60g di prosciutto cotto affumicato
- 25g di pangrattato
- 1 cucchiaio di prezzemolo fresco, tritato
- 1 mela renetta
- 1 cucchiaio di succo di limone
- olio evo
- sale e pepe



1) Per il ripieno, iniziare a fondere il burro e soffriggervi la cipolla tritata fino a farla ammorbidire. Unire i funghi e cuocere a fiamma viva per altri 3-4 min. Togliere dal fuoco e mescolare con il prosciutto tritato, il pangrattato ed il prezzemolo. 
2) Pulire la mela e grattugiarla, amalgamarla al ripieno e aggiungervi il succo di limone. Salare e pepare.
3) A questo punto praticare un taglio nella pelle del pollo e col coltello separate la pelle dalla carne fino alla coscia creando due tasche laterali e riempirle con il ripieno.Chiudere con degli stuzzicadenti o cucire
4) Mettere il pollo in una teglia e spennellarlo con l'olio.
5) Fare cuocere a 200° finchè praticando un taglietto nella carne la vedrete completamente bianca. Se la superficie dovesse dorarsi troppo coprire con un foglio di carta stagnola.
6) Pulire intanto le mele rimaste e tagliarle a spicchi senza eliminare la pelle. Passarle in padella con il burro finchè non cominceranno ad ammorbidirsi. Aggiungere la gelatina di ribes e scaldare fino a scioglierla completamente. Guarnire il pollo con le fette di mela e servire.

Con questa ricetta partecipo al contest di Stefania



lunedì 15 novembre 2010

Cupcakes per l'aperitivo...


Buona settimana a tutti!!! Allora, oggi vi propongo dei cupcakes salati da gustare con l'aperitivo...tassativamente bollicine!!! Direi uno spunto interessante anche per le feste che ci attendono ed un modo nuovo per presentare la mousse che è un sempreverde nei buffet natalizi.
Allora?...Che ne dite?...Piacciono?...Beh, spero di sì!!!

La lista della spesa:
- 1 cucchiaio di olio di semi
- 280g di farina
- 1 e 1/2 cucchiaino di lievito per torte salate
- 1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
- 1/2 cucchiaino di sale
- 1 uovo
- 150 ml di yogurt
- 150 ml di panna 
- 25g di gruyère grattugiato
- 20g di erba cipollina

Per la mousse
- 200g di salmone affumicato
- 225g di formaggio cremoso
-2 cucchiai di maionese
- sale e pepe
- Bacche rosa per guarnire


1) Foderare una teglia da muffins con dei pirottini monouso (oppure imburrare ed infarinare)
2) Sbattere leggermente le uova in una terrina e aggiungervi gradualmente la panna, lo yogurt, il formaggio e l'erba cipollina tritata.
3) Setacciare la farina e aggiungervi il lievito, il sale ed il bicarbonato, mescolare bene ed aggiungere al composto secco quello di uova. Unire al composto un cucchiaio di  olio di semi e continuare a miscelare ottenendo un composto grumoso
4) Versare il composto a cucchiaiate nei pirottini riempiendoli per 2/3, infornare a 200°per 20 min circa
5) Preparare la mousse: Mettere nel mixer il salmone, il formaggio cremoso e la maionese.Regolare se necessario di sale. Riporre in frigo.
6) Quando sfornare i cupcakes, fare raffreddare e guarnire con la mousse aiutandosi con una sacca da pasticcere. A piacere completare con qualche bacca rosa che ben si sposa con il gusto del salmone. Servire. NB (Non mettere in frigo le cupcakes, guarnirle solo prima di servirle)



Con questa ricetta partecipo al contest di Alice e di Gaia