venerdì 26 febbraio 2010

Ciambella all'olio d'oliva profumata alla Sambuca

olio1_ok

Beh, è venerdì sera, domani mi aspetta un bel week-end con gli amici in montagna…sono mesi che abbiamo programmato questo fine settimana e c’è molta elettricità nell’aria!!! Si partirà presto per cui, dato che ho finito adesso di preparare le valigie e devo andare a nanna ad un orario decente, vi lascio la ricettina e scappo. Un bacio a chi mi segue, a chi passa per la prima volta, a chi non passerà più e a chi deciderà di diventare mio “amico” di blog…

 

Ingredienti:

- 3 uova

- 200g di zucchero

- 200g di farina

- 1 bicchiere di olio extravergine d’oliva (io ho utilizzato un ottimo olio ligure molto delicato)

- 2 cucchiai di liquore Sambuca

- 1 bustina di lievito per dolci

- Zucchero a velo

- Succo di 1 limone

Per decorare:

- Pasta di mandorle

- Colorante alimentare

 

1) Montare bene le uova con lo zucchero per una decina di minuti fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso

2)Incorporare la Sambuca e poco alla volta alternandoli l’olio e il composto di farina e lievito setacciati, continuando a montare in modo da inglobare più aria possibile

3)Versare il tutto in una teglia imburrata o come me in uno stampo di silicone ed infornare a 180°per circa 40 minuti

4)Preparare le olive di pasta di mandorle colorando il marzapane con i coloranti per alimenti e formando delle palline simili alle olive. Praticare un piccolo foro e utilizzare degli aghi di rosmarino per completare

5)Fare raffreddare la ciambella, cospargerla con uno sciroppo a freddo fatto con zucchero a velo e succo di limone e decorare con le olive di marzapane

 

Questa ciambella partecipa al contest di Alter Gusto

 

olio_oliva_dolci

 

olio3_ok  olio2_ok olio4_ok

giovedì 25 febbraio 2010

Lonza con le prugne

lonza1_ok

Questa splendida ricetta non è farina del mio sacco ma l’ho “rubata” a Babs, il suo blog per me è una infinita fonte di ispirazione, trovo sempre ricette fantastiche eseguite in modo superbo, bellissime foto e calore umano, che è la cosa più importante! Vi consiglio di visitarlo (lo so che lo conoscete già tutti!) ne vale davvero la pena…intanto godetevi questo assaggio…

Ingredienti:

- 1 pezzo di lonza di maiale

- 4 grosse cipolle dorate

- 1 spicchio d’aglio

- Prugne secche denocciolate q.b.

- 2 mele Grammy Smith (quelle verdi per capirci)

- 1 cucchiaino abbondante di miele

- Massalè

- Marsala

- Burro

- Olio Extravergine

- Sale e pepe

1)In una pentola piuttosto grossa fare scaldare dell’olio extravergine e del burro con lo spicchio d’aglio, lasciare rosolare qualche minuto ed eliminare l’aglio

2)Unire le cipolle tagliate un po’ grossolanamente e lasciarle stufare a fuoco lento

3)Intanto prendere la lonza ed inciderla con un grosso coltello al centro, semplicemente infilandovi la lama

4)Riempire il taglio con le prugne secche (bisogna infilane il più possibile pressandole bene)

5)Massaggiare la superficie della lonza con sale e pepe e poi con il miele e pochissimo massalè

6)Mettere a rosolare la carne girandola da tutti i lati, sfumare con del marsala e quando è evaporato aggiungere le mele tagliate in otto fette spesse (private di buccia e torsolo)

7)Lasciare insaporire, abbassare la fiamma al minimo, irrorare con altro marsala e lasciare cuocere con il coperchio per 1 ora, 1 ora e mezza (a seconda della grandezza della lonza), la carne risulterà tenera, le mele si saranno sciolte e le cipolle caramellate, regolare di sale e di pepe e servire

lonza2_ok

martedì 23 febbraio 2010

Brioches - Capitolo primo: Maritozzi con gocce di cioccolato

marit2_ok

 

Questa mattina la mia casa si è trasformata in un forno vero e proprio, ero un po’ giù, un po’ nervosa, in questi casi l’unico rimedio è impastare!!Così ho preparato brioches di ogni tipo…o quasi e, per tirarmi su le ho assaggiate tutte (non vi dico i sensi di colpa…!!!)…che buone…cominciamo con queste…le altre? Alla prossima puntata!!

Ingredienti per 9 brioches (più o meno):

- 500g di farina

- 125g di zucchero

- 75g di burro

- Lievito di birra (1 cubetto o una bustina di lievito di birra in polvere)

- 2 tuorli + 1 uovo per la doratura

- 10g di sale

- Aroma naturale di arancia e di limone (o le scorzette di arancio e limone non trattati)

- 1 pizzico di vanillina

- Acqua tiepida circa 400g

- Gocce di cioccolato q.b.

- Panna montata per decorare

1) Mettere i tuorli in un pentolino insieme agli aromi (arancia –limone-vanillina) e mescolare senza sbattere ne montare

2)Aggiungere lo zucchero , metà del sale, mescolare bene e riscaldare leggermente a bagno maria in modo che il composto si intiepidisca (attenzione a non scaldare troppo se no si trasforma in una frittatina!!)

3)Preparare il preimpasto mettendo nella planetaria 1/3 della farina , il lievito di birra e l’acqua tiepida q.b. – Attenzione, mettere l’acqua poca alla volta fino ad ottenere un impasto liscio nè troppo morbido nè troppo duro, se si esagera con l’acqua bisogna rifare tutto!!

4)Una volta formato il preimpasto immergerlo in acqua tiepida: dopo qualche secondo l’impasto verrà in superficie e questo ci farà capire che ha raggiunto il punto esatto di lievitazione

5)Toglierlo dall’acqua e metterlo  nuovamente nella planetaria, procedere con l’aggiunta della farina rimanente alternandola al composto di uova e all’acqua tiepida (anche qui attenzione alle aggiunte di acqua…non bisogna esagerare, procedere poco per volta testando la consistenza dell’impasto che deve risultare liscio ed elastico

6)Aggiungere il burro ammorbidito (per incorporarlo bene all’impasto è meglio fare a mano questa operazione e poi rimettere il tutto nella planetaria per qualche secondo) e il sale rimanente

7)Mettere l’impasto a lievitare al caldo finchè non sarà raddoppiato di volume (circa 1 ora – 90 min)

8)Lavorare l’impasto, inglobare le gocce di cioccolato (a piacere, dipende se vi piacciono più cioccolatosi o meno) e creare dei panini ovali lunghi circa 10 cm 

9)Mettere di nuovo a lievitare per circa 30 min, dorarli in superficie spennellandoli con l’uovo sbattuto ed infornarli a 180° per 25-30 min

10)Lasciare raffreddare, tagliare al centro e riempire in lunghezza con panna montata

Questa ricetta partecipa alla raccolta di Laura

croissant

marit4_ok

marit1_okmarit3_ok

lunedì 22 febbraio 2010

Enchiladas de pollo

enc2_ok

Vado pazza per il cibo messicano! Ebbene sì, non riesco a resistere e ogni tanto la cena messicana ci scappa…chili con carne, fajitas ma soprattutto queste enchiladas…sono davvero le mie preferite! La ricetta l’ho trovata in rete diversi anni fa, non ricordo più il sito per cui se qualcuno la riconosce si faccia avanti!! Voi provatele e poi fatemi sapere!!

Ingredienti:

- 450g di pomodori pelati

- 120g di peperoncini verdi privati dei semi

- 1/2 cucchiaino di semi di coriandolo

- 1 tazza di panna acida (io uso lo yogurt magro…è ugualmente ottimo ed è anche più leggero)

- 2 tazze di pollo tritato finemente

- 90g di formaggio cremoso (tipo philadelphia)

- 1/4 di tazza di cipolla tritata finemente

- 3-4 cucchiaini di olio extravergine d’oliva

- 12 tortillas

- 1 tazza di formaggio tipo caciotta

- Peperoncino

- Olio di semi per friggere

- Sale

1)Sbollentare i peperoncini verdi tagliati a pezzetti

2)Frullarli insieme ai pomodori pelati e al coriandolo, regolare di sale

3)Unire la panna (o yogurt) e frullare nuovamente, lasciare la salsa da parte

4)Nel frattempo mischiare la cipolla ed il pollo e farli rosolare nell’olio d’oliva finchè non sarà cotto, salare ed aggiungere peperoncino a seconda del proprio gusto

5)Unire al pollo il formaggio cremoso e lasciare mantecare il tutto per qualche minuto

6)In una padella scaldare l’olio di semi ed immergervi le tortillas per pochi secondi, asciugare con carta assorbente

7)Riempire le tortillas con il pollo ed arrotolarle. Appoggiare in una teglia unta con olio con la parte aperta verso il fondo

8)Versare sopra le tortillas la salsa di pomodoro e peperone, coprire la teglia con un foglio di alluminio e cuocere in forno a 180°per mezzora

9)Cospargere le tortillas con il formaggio (tipo caciotta) e mettere di nuovo in forno finchè il formaggio non si sarà completamente sciolto. Servire

enc3_ok

domenica 21 febbraio 2010

Profumo di pane

Pan1_ok
Da qualche tempo ho dei problemi a mangiare alimenti che contengono lievito ed in particolare lievito di birra…il giorno che ho appreso che per molto tempo non avrei più potuto mangiarli il mio umore era sottoterra anche perchè in questa categoria rientrano tutti i mie piatti preferiti!! Questo succedeva sei mesi fa circa…oggi devo dire che qualche sgarro lo faccio (non senza conseguenze…purtroppo) ma una cosa che assolutamente evito e che mi manca è lui: il pane! Così mi accontento di prepararlo per la mia famiglia e mi limito a sentire in profumo che esce dal forno e riempie la casa. Ecco la mia ricetta (Quella del pane bianco indicata sul ricettario del Kenwood Chef)

Ingredienti per una pagnotta grossa di pane o due più piccole:
- 450g di farina tipo 0
- 300ml di acqua tiepida
- 15g di lievito di birra fresco (se non ce l’ho uso quello secco in bustina e va bene lo stesso)
- 5g di zucchero
-7,5g di sale

1)Sciogliere il lievito in metà dell’acqua tiepida e unirvi lo zucchero e lasciare riposare per 15 min (se si usa il lievito secco saltare questo passaggio ed unire il lievito direttamente alla farina)
2)Mettere nella planetaria la farina con il sale, incorporarvi gradualmente l’acqua tiepida rimasta e poi piano piano il composto di acqua e lievito, lavorare finchè non si ottiene un impasto liscio e morbido
3)Impastare per circa 1 min a bassa velocità poi aumentare la velocità e continuare per altri 4 min finchè non si ottiene un impasto elastico
4)Togliere dalla planetaria e metterlo a lievitare al caldo coperto da un canovaccio umido fichè non è raddoppiato di volume (circa 1 ora)
5)Mettere nuovamente nella planetaria e sgonfiare l’impasto lavorandolo per 1 min circa
6)Lavorare la pagnotta, o , come me dividere l’impasto in due tegliette da plum cake o da pane in cassetta precedentemente oleate, e lasciare lievitare ancora 30 min
7)Preriscaldare il forno a 220° e far cuocere per 35 min o finchè il pane non abbia assunto un colore bruno-dorato
Pan2_ok

venerdì 19 febbraio 2010

Polpettine di broccoli...piccantine

Polpbroc1-ok

Ecco qui un’altra ricettina polpettosa realizzata con verdure di stagione…come piace a me, forse vi ho un po’ stufato con broccoli cavolfiori, catalogna e cime di rapa…ma non è finta qui…anzi siamo solo all’inizio!! Intanto godetevi queste polpettine e buon week end a tutti!!

Ingredienti:

- 450g di broccoli puliti

- 3 uova sode

- 10 filetti di acciughe sott’olio

- 9 cucchiai di pangrattato (io ne ho messi 7, regolatevi con la consistenza in modo che sia compatta ma non troppo dura)

- 1 peperoncino

- 1 o 2 spicchi d’aglio a seconda dei gusti

- Olio extravergine d’oliva

- Sale e pepe

1)Cuocere i broccoli a vapore e frullarli

2)Unire i tuorli sbriciolati, gli albumi tagliati piccoli piccoli, il pangrattato, sale e pepe

3)Formare delle polpettine piuttosto piccole e cuocerle al vapore per 10 min

4)Scaldare 6 cucchiai d’olio d’oliva con l’aglio e il peperoncino tagliuzzato, rosolare per qualche secondo in modo che l’olio si insaporisca bene

5)Aggiungere i filetti d’acciuga e cuocere finchè non sono completamente sciolti, togliere l’aglio e versare il tutto sopra le polpettine, servire


Questa ricetta partecipa alla raccolta di Ornella

 

 

Un anno Ammodomio

Polpbroc2-ok

giovedì 18 febbraio 2010

Petits foures salés e...il premio che mi ha reso felice!



Questa semplice ricetta l'ho imparata durante un corso di pasticceria, il nostro insegnante li chiamava i "furè", non salatini, non rustici ma una via di mezzo...da gustare col the o con un aperitivo. Cercando in rete non ho trovato nulla che corrispondesse a questo nome così ho dedotto che si trattasse di un piemontesismo che si avvicina molto alla parola foures, e cercando cercando ho appreso che in Francia i salatini si chiamano "Petits foures salés" e ho deciso che mi sta bene!
Comunque, qualunque sia il giusto nome, il gusto è davvero buono...praticamente un maxi salatino...fate voi...io lo abbinerei bene ad un prosecchino ma se proprio volete prendere il the...

Ingredienti:

- 1 rotolo di pasta sfoglia surgelata
- 1 uovo
- Olive nere
- Peperoni sottaceto
- Filettini di acciughe sott'olio

1) Stendere il foglio di pastasfglia precedentemente scongelato e lasciarlo riposare disteso per una decina di minuti
2)Tagliarlo a rettangoli lunghi 6/7 cm
3)Adagiare su di un rettangolo un filettino di acciughe e alcune striscioline di peperone e coprire con un altro rettangolo di sfoglia facendo attenzione a chiudere bene i bordi, procedere con tutti gli altri rettangoli
4)Disporre in una teglia da forno e dorare la superficie dei rettangoli con l'uovo sbattuto
5)Tagliare le olive a fettine e disporle a coppie sul petits foures ed infornare a 200° per circa 15 min o comunque fino a che la superficie non risulti bella dorata, fare intiepidire e servire




Oggi ho ricevuto il mio primo premio e questo mi rende non felice...di più, la cosa che più mi fa piacere e che l'ho ricevuto dalla persona che in questi due mesi e mezzo di vita del blog mi è stata più vicina e che c'è sempre per incoraggiarmi o anche solo per regalarmi un sorriso: Grazie Federica è davvero un bel regalo!



Ora io devo ricambiare donando questo premio a 10 persone...il criterio che ho adottato è semplice, lo voglio donare a chi in questo breve ma intenso periodo mi ha fatto ridere, mi ha fatto compagnia, mi ha dato degli spunti per migliorarmi...bla bla bla...ok, passo alla lista, premetto che qualcuno che avrei voluto premiare so che l'ha già ricevuto (Vale e Alessia) per cui non saranno nella lista ma rimangono nella lista delle mie preferite!!



Barbara di "Ricette Barbare"

Chi riceve questo premio deve a sua volta donarlo, se desidera, ad altre 10 persone ed indicare le 10 cose che più lo rendono felice...ecco la mia hit parade:

1. Ridere e giocare con i miei bimbi
2. Abbracciare mio marito
3. Coccolare i miei figli pelosi (cane e gatto)
4. Cucinare per le persone a cui voglio bene
5. Passare qualche giorno nella nostra piccola casetta di montagna
6. Leggere un libro tutto d'un fiato
7. Ciacolare con le mie amiche
8. Fare shopping (purtroppo...)
9. Trafficare nel mio orto
10. Scoprire che quando meno te lo aspetti c'è un amica pronta a ricordarsi di te e a farti un dono che ti rende felice

Grazie

martedì 16 febbraio 2010

Bugie e bombozeppole

Centra

Eccomi qui…meglio tardi che mai…anche io mi sono accorta che è carnevale (in realtà è praticamente finito…siamo ufficialmente in quaresima!) Non sono molto amante di questa festa, le uniche cose che mi ricordo di quando da piccola mi portavano a vedere sfilate e carri sono freddo, confusione e coriandoli in bocca!! Un bel ricordo però lo conservo ed è quando entravo a casa dei miei nonni e sentivo il profumo fragrante dei fritti di carnevale che mi accoglieva, li trovavo lì , mezzi infarinati alle prese con la nonna papera a produrre chili e chili di bugie…che tenerezza… Oggi il carnevale è un momento per vedere i miei bimbi divertirsi ma la cosa più bella continua ad essere preparare i dolci di carnevale! Sono troppo golosa e se lo volete sapere ieri sera sono andata a dormire con un diger seltz perché francamente ho esagerato! Ora vi chiederete…cosa sono le bombozeppole? Sono degli ibridi da me inventati per errore che però si sono rivelati più goduriosi del previsto…l’idea era quella di fare dei krapfen ma qualcosa è andato storto…o no?! Comunque sono venute fuori queste delizie che hanno il sapore delle zeppole e la quasi forma di un krapfen…o almeno credo…voi provatele!!!


Bombozeppole

 

Ingredienti:

- 800g di farina

- 150g di zucchero

-7 uova

-150g di burro

- Lievito di birra (cubetto o bustina

- scorzetta di limone o arancia

- 4g di sale

- 1baccello di vaniglia (o una bustina di vaniglina)

- Zucchero a velo

- Olio di semi di arachide

Per la crema pasticcera

- 500ml di latte

- 200g di zucchero

- 45g di farina

- 4 tuorli

- 1 baccello di vaniglia (o una bustina di vaniglina)

1)Impastare la farina con lo zucchero, il lievito di birra, la scorretta di limone o arancia, e poi gradualmente le uova fino ad ottenere un impasto omogeneo

2)Unire il burro ed il sale e lavorare una decina di minuti finchè l’impasto non risulterà elastico

3)Stendere in una sfoglia spessa circa 1 cm, ottenere dei dischi con uno stampino e mettere a lievitare al caldo per circa 90 min

4)Nel frattempo preparare la crema montando i tuorli con lo zucchero, aggiungendo la vaniglia e la farina setacciata e mettendo il preparato di uova e zucchero nel latte già caldo (quasi in ebollizione)

5)Mescolare continuamente a fuoco lento finchè la crema non si addensa e non comincia a borbottare. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare

6)Scaldare l’olio e friggere le bombozzeppole stando attenti ad ottenere la giusta doratura ed assicurandosi che siano ben cotte anche all’interno

7)Fare raffreddare, farcire con crema pasticcera e spolverizzare con zucchero a velo

Le Bugie

 

Ingredienti:

- 400g di farina

- 60g di zucchero

- 2 uova

- 60g di burro ammorbidito

- 3 cucchiai di grappa (o marsala o rhum)

- Mezzo bicchiere di latte (anche meno)

- 1 pizzico di sale

- 1 bustina di vaniglina

- Olio di semi di arachide q.b.

- Zucchero a velo

1)Impastare la farina, le uova, il burro, lo zucchero, il latte (poco alla volta), il liquore, un pizzico di sale e la vanillina. Lavorare il tutto fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico

2)Stendere l’impasto il più sottile possibile con l’aiuto della nonna papera e con una rotella dentellata ricavare delle losanghe regolari e praticare al centro un’incisione

3)Friggere in abbondante olio caldo per pochi secondi stando attenti ad ottenere la doratura desiderata

4)Spolverizzare con zucchero semolato e servire

 

sabato 13 febbraio 2010

Soba Noodles con gamberi e verdure


Tra un fritto e l'atro il carnevale lascia il segno...e che segno!!! Io mi definisco felicemente paffuta (in realtà non così felicemente) ed in genere tra me e la bilancia è guerra aperta....! In tutti questi anni ho però imparato a cucinare in modo gustoso e sfizioso ma leggero, mangio molte verdure e cerco fare del light uno stile di vita (il problema sono i dolci...lì non c'è proprio speranza!!) Questa è una di quelle ricette, semplice e leggera ma simpatica.

Ingredienti:
- 250g di Soba Noodles
- 200g di gamberetti puliti
- 75g di cavolo verza
- 150g di zucchine
- 70g di carote
- 1 cipolla piccola
- 4 cucchiai di olio di semi di arachide
- Salsa di soia


1)Pulire e tagliare a fiammiferino le zucchine e le carote, tagliare la verza fine fine e la cipollina sempre a piccole striscioline

2) Mettere l'olio in una wok e soffriggerci la cipolla, poi aggiungere le altre verdure e lasciare rosolare per qualche minuto (non troppo , le verdure devono risultare ancora croccanti)

3)Aggiungere i gamberetti e cuocere insieme, insaporire con salsa di soia

4) Cuocere la pasta in abbondante acqua salata per pochi minuti (seguire le indicazioni riportate nella confezione) e finire la cottura nella wok insieme alle verdure e ai gamberetti

Questa ricetta partecipa alla raccolta di Gajina


giovedì 11 febbraio 2010

Dillo coi cuori...Tortine cupide e cuoricini alla vaniglia



ATTENZIONE MESSAGGIO MIELOSO!!!

Eccoci qui a San Valentino, mi torna in mente quando da ragazzina in questa occasione cercavo di dare il meglio di me...serata con cena romantica...vestito (rigorosamente nuovo)...un regalo assolutamente inutile e a forma di cuore per il mio fidanza...Certo che gli anni passano e noi cambiamo...mi ricordo il primo San Valentino con Marcy...cena romantica cinese (Marcy odia il cinese ma si sa, quando si è innamorati è tutto splendido!!)...e letterine profumate!!
Oggi, dopo 10 anni insieme ho ancora voglia di regalargli un cuoricino, da mangiare la mattina prima di andare al lavoro o in pausa o la sera, solo un piccolo cuoricino da condividere di sfuggita, per fargli capire che in fondo non siamo cambiati così tanto, che abbiamo pieno diritto di festeggiare il 14 febbraio, che comunque sia siamo ancora innamorati...e tanto.
Buon San Valentino a tutti!


Tortine Cupide





Ingredienti:

- 200g di farina
- 100g di zucchero
- 2 uova
- 1 vasetto di yogurt al limone
- 100 ml di olio di semi
- La scorzetta grattugiata di un limone (o qualche goccia di essenza naturale di limone)
- 1 bustina di lievito vanigliato per dolci


Per la glassa:

- 175g di zucchero a velo
- 1 albume
- 1 cucchiaio di succo di limone
- Confettini a forma di cuore per decorare


1) Mettere in un recpiente la farina setacciata con il lievito, lo zucchero, e poi man mano le uova, lo yogurt, l'olio di semi, la scorzetta di limone

2)Con l'ausilo di uno sbattitore lavorare l'impasto per qualche minuto fino ad ottenere un composto morbido, omogeneo e ben areato

3)Versare l'impasto nelle formine imburrate o come ho fatto io nei pirottini monouso ed infornare a 180° per circa 20 min

4)Lasciare raffreddare e nel frattempo preparare la glassa montando l'albume con lo zucchero per circa 5 min e poi aggiungendo il succo di limone e continuando per altri 3 min.

5)Decorare le tortine con la glassa e finire con i confettini colorati

6) Prima di mangiare aspettare che la glassa si indurisca bene




Cuoricini alla vaniglia



Ingredienti:

- 225g di farina
- 150g di burro a pezzetti
- 125g di zucchero
- 1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
- I semi di un baccello di vaniglia (o una bustina d vaniglina)
- Latte q.b.
- Zucchero raffinato


1)Passare al setaccio la farina e unirvi il burro leggermente ammorbidito

2)Aggiungere lo zucchero e la vaniglia (semi + essenza) e formare un impasto sodo, aggiungere un goccio di latte per legare il composto (non esagerare con il latte altrimente la ricetta non funziona!)
3)Stendere l'impasto in una sfoglia di mezzo cm di spessore e ricavare dei cuori con uno stampino

4)Allineare i cuori in una teglia da forno foderata ed infornarli a 180° per circa 25 min.

5)Lasciare raffreddare e spolverizzare con zucchero raffinato


Il profumo di questi biscottini si diffonde per tutta la casa!!


mercoledì 10 febbraio 2010

Zuppa di farro con catalogna e salsiccia


Neve, freddo, grigio, ufff!!! Ho un bellissimo paio di stivali di camoscio nuovi che non sono ancora riuscita ad usare..e in ufficio? Gente grigia, giornata scura, nervosismo, stanchezza...poi le 18.30, si torna a casa. Macchina, freddo, buio, traffico e poi...parcheggio...vialetto...porta di casa...metto la chiave...il musetto di Birba (la mia gattina) che spunta, la coda di Pepe (la mia cagnolina) che si muove a più non posso...il sorriso del mio piccolo Alessandro (2 anni) che mi accoglie...le urla di Margherita (4 anni) che mi fanno sentire a casa...l'abbraccio di Marcy (maritino)...calore...coccole...profumo...zuppa!!!

Ingredienti:

- 350g di farro
- 150g di salsiccia
- 250g di catalogna pulita
- 100g di polpa di pomodoro
- 2 scalogni
- Brodo vegetale
- Olio extravergine d'oliva
- Sale e pepe

1)Sciacquare il farro, metterlo nella pentola con 2 litri d'acqua e far cuocere per circa 3 minuti
2)Tagliare a listarelle la catalogna, tagliare la salsiccia a tocchetti e liberarli della pellicola esterna
3)Far soffriggere gli scalogni tagliati fini in olio extravergine d'oliva e poi aggiungere nella casseruola la catalogna e la salsiccia
4)Dopo aver fatto rosolare per qualche secondo unire anche il farro e la polpa di pomodoro e far cuocere per circa 10 minuti, aggiungendo di volta in volta brodo vegetale caldo (se si desidera una zuppa più brodosa aggiungere brodo fino al livello desiderato)
5)Regolare di sale e di pepe e continuare la cottura ancora per altri 10 min
6)Servire bella calda con pane tostato ed un goccio di olio buono (io uso un olio laziale molto fragrante!!)

Questa ricetta partecipa alla raccolta della mia amica Alessia:

lunedì 8 febbraio 2010

Braciole alla Normanna



Questa ricetta così semplice ma anche così gustosa, l'ho copiata dal bolg di Barbara (naturalmente la sua foto è mooolto più bella!!!), quando l'ha postata mi è venuta l'acquolina in bocca e non sono riuscita a trattenermi! Per non parlare dei miei bimbi che se la sono asciugata con tanto di scarpetta!! Barbara nella sua versione accompagna alle braciole degli gnocchi di patate come contorno, io li ho sostituiti con delle patatine novelle ma presto proverò anche la versione originale.

Ingredienti:

- 4 braciole di maiale
- Patate novelle
- Burro
- Marsala (vanno anche bene il sidro e lo sherry)
- Senape con i grani
- Panna fresca
- Sale e pepe

1)Sbollentare in acqua salata le patatine novelle per qualche minuto finchè non risultano cotte
2)In una padella larga far sciogliere il burro, quando comincia a sfrigolare mettere a cuocere le braciole, 5 minuti per lato salare e pepare (devono essere belle dorate)
3)Togliere le braciole e porle su un piatto, coprirle con l'alluminio per non farle raffreddare
4)Sfumare il fondo di cottura ancora sul fuoco con del marsala, aggiungere un bel cucchiaio abbondante di senape con i grani e diluire il tutto con abbondante panna fresca in modo da ottenere una bella cremina irresistibile, regolare di sale e di pepe
5)Unire le patatine novelle alla salsina lasciando mantecare il tutto per qualche minuto e servire distribuendo la cremina sulle braciole ancora calde

....mmmmm....

domenica 7 febbraio 2010

Un dolce da "leccarsi le dita"...Sufflè cremoso al cioccolato

Questo contest così goloso non poteva lasciarmi indifferente...ho subito pensato al dolce che più di tutti mi fa girar la testa...cioccolatoso...cremoso...ma anche caldo...con il gusto di una cioccolata calda ma con una consistenza confortevole...un bel sufflè!!! Che bbuonooo!!

Ingredienti:

- 3 dl di latte

- 75g di cioccolato fondente al 70%

- 1/2 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

- 1oog di zucchero

- 1oog di burro

- 150g di farina

- un pizzico di lievito

- 2 cucchiai di cacao in polvere

- zucchero a velo

Per la crema:

- 3 cucchiai di cacao in polvere

- 50g di zucchero di canna

- 3 dl di acqua bollente

1)Imburrare leggermente una pirofila in ceramica da circa 8.50 dl

2)Mettere il latte in un pentolino ed unirvi il cioccolato spezzettato. Scaldare a fuoco moderato fino ad ottenere una crema omogenea (rimane comunque piuttosto liquida)

3)A parte amalgamare il burro con lo zucchero fino ad ottenere una crema soffice a cui si aggiungerà il cacao in polvere e la farina setacciata con il lievito

4)Unire il tutto con la crema di cioccolato e sbattere il composto con una frusta elettrica fino all'ottenimento di un composto liscio ed omogeneo. Versare nella pirofila imburrata

5)Per la crema mescolare lo zucchero con il cacao ed incorporarvi poco alla volta l'acqua bollente, sbattere con energia fino ad ottenere una crema soffice

6)Versare la crema sull'impasto preparato senza mescolare

7)Infornare a 180°per 40 min o finchè il sufflè non presenterà una sottile crosticina sulla superficie. Lasciare riposare 5 min poi spolverizzare con zucchero a velo e servire

Con questa ricetta partecipo al contest




venerdì 5 febbraio 2010

Cime di rapa al cartoccio


...Funziona così, quando al mercato mi avvicino al mio banco di frutta e verdura preferito il verduriere si frega le mani...praticamente svaligio il banco! Adoro le verdure fresche e soprattutto di stagione, mangio il più possibile a km 0 cercando di acquistare prodotti locali ed evitando le verdure d'importazione. Mi piace acquistare quello che la natura ci offre in ogni periodo e per questo, mi dovete perdonare, vi coprirò di ricette su zucca, broccoli e cime di rapa!
Ma poi...come prepararle? Ho trovato questa ricettina e mi è piaciuta molto...facile facile...buono buono!

Ingredienti:

- 1Kg di cime di rapa
- 1/2 spicchio d'aglio
- 1/2 limone
- Olio extravergine d'oliva
- Sale e pepe

1)Pulire, lavare e scolare le cime di rapa e dividerle in 4 parti
2)Ritagliare 4 fogli di carta da forno e spennellarli ripetutamente con olio extravergine
3)Adagiare i mucchietti di cime sui rispettivi fogli di carta forno
4)Al centro di ogni mucchietto mettere una fettina d'aglio



5)Irrorare con succo di limone filtrato al colino, condire con un filo d'olio, salare e pepare
6)Chiudere i cartocci con dello spago

7)Cuocere in forno pre-riscaldato a 200° per circa 40 min
8)Fare riposare qualche minuto e sistemarli sul piatto da portata direttamente con il cartoccio

Carini vero questi cartoccini?


giovedì 4 febbraio 2010

Polvere d'arancia



Questa piccola magia l'ho vista su diversi blog tra cui Pan con l'olio e La Montagna Incantata e l'ho subito provata è tanto facile quanto profumata.
Basta lavare bene le arance, naturalmente non trattate, tagliare la buccia molto sottile utilizzando un pelapatate e mettere le buccette sul termosifone a seccare finchè non avranno eliminato tutta l'acqua ed al tatto risulteranno rigide, secche e non più flessibili.
A questo punto vanno polverizzate e conservate in un barattolino pulito.
Questa essenza è naturale ed è fantastica...sentirete che profumo si sprigiona dalla polvere!!
Io l'ho usata non solo per aromatizzare i dolci ma anche per dare un tocco di freschezza ai primi ed ai secondi.



Centra