giovedì 23 settembre 2010

L'inizio di una favola...


Oggi vi voglio raccontare questa storia...dolce, divertente, smielata...giudicate voi.

Nel lontano 2002 l'ingegnere si è laureato, per l'occasione decisi di regalargli, o meglio di regalarci due giorni a Firenze, città che io non avevo mai visitato e che tanto desideravo vedere.
Per questa mini fuga romantica ci eravamo come sempre muniti di guida della città e itinerario già pianificato (se no che ingegnere sarebbe???!!!)...così il sabato abbiamo camminato tutto il giorno tra musei e monumenti...una giornata fantastica...e quante cose meravigliose da vedere e da esplorare!!!
La sera, stanchi e contenti abbiamo deciso di cenare in un'osteria, niente di formale ma il cibo era ottimo e l'ambiente confortevole...insomma tutto perfetto...quando sulla via del ritorno l'ingegnere avanza una proposta:
"Amore che ne dici, mi piacerebbe portarti sul Ponte Vecchio, mi hanno detto che la sera è davvero bellissimo"
"Ma amore, io non ce la faccio più sono troppo stanca...il Ponte Vecchio non era previsto per domani???"
"Sì è vero, ma io ti ci voglio portare adesso"
"Ma se ho i piedi come due maritozzi!!!"
"Certo che hai la testa dura...se ti dico andiamo sul Ponte Vecchio..."
"Amore ti prego pietà...sto per stramazzare al suolo"
"Ma io ti devo chiedere una cosa..."
STOP - Parentesi - Erano un po' di mesi che assillavo l'inge con l'idea del matrimonio (ebbene sì l'ho preso per sfinimento!) e lui scherzava un po' sulla cosa divertendosi a farmi delle proposte farlocche...così la proposta del Ponte Vecchio fu per me la goccia che fece traboccare il vaso...
"Smettila di prendermi in giro tanto non ti credo più!!!"
"Stai calma, fidati, andiamo"
"Se mi stai prendendo di nuovo in giro chiamo il mio Babbo e mi faccio venire a prendere!!!!"
"Ah Ah Ah Ah!!!!"
"Non ridere hai capito??!"
"Amore....andiamo sul Ponte Vecchio"
A questo punto intuii che non stava scherzando, i miei piedi si sgonfiarono per incanto e le bolle sparirono...praticamente camminavo a 10 cm da terra...non ho mai coperto una distanza tale in così poco tempo....e fu così che, mentre la luna si specchiava sull'acqua dell'Arno, il mio ingegnere estrasse l'anello e con voce falsamente impostata a mascherare l'emozione galoppante formulò la frase tanto attesa : 
"Mi vuoi sposare?"
Le parole proprio non uscivano dalla mia gola, le lacrime però sì e così riuscii solo ad abbracciarlo forte...lui con gli occhi lucidi mi disse:
"Non mi rispondi?"

Beh, il resto della storia la conoscete, questo è stato l'inizio della mia favola...a voi lascio l'inizio della cena di quella famosa sera...


Medaglioni di polenta con salsiccia e formaggio filante

La lista della spesa:

- 350g di polenta istantanea
- 350g di salsiccia saporita
- 100g di formaggio tipo fontal
- 1 cipolla
- vino rosso corposo q.b.
- 1 barattolo di polpa di pomodoro
- burro q.b.
- olio evo
- 1 cucchiaino di zucchero
- sale e pepe


1) Preparare la polenta seguendo le indicazioni riportate sulla confezione
2) Versare la polenta in una teglia foderata con carta da forno e stenderla in uno strato di circa 2 cm e lasciarla raffreddare
3) Tagliare la cipolla a cubetti e soffriggerla in 2-3 cucchiai di olio evo, liberare la salsiccia dalla pelle esterna e sbriciolarla nella padella con la cipolla, fare rosolare finchè non diventa brunita
4) Sfumare con il vino rosso, poi quando il vino sarà evaporato aggiungere la polpa di pomodoro e lasciare sobbollire il tutto per 20/30 min, regolare di sale e di pepe e aggiungere lo zucchero.
5) Con l'aiuto di un taglia pasta rotondo ricavare dalla polenta i medaglioni
6) Rosolarli nel burro caldo per qualche minuto finchè non saranno dorati da ambo i lati
7) Metterli in una teglia foderata di carta forno, coprirli con il sugo di salsiccia e cospargere con il formaggio a cubetti 
8) Infornare a 200° per qualche minuto finchè il formaggio non sarà fuso

Questo post per ricordarvi di partecipare al "prezioso" contest di Fabiana 




Un modo per raccontarci e condividere qualcosa di noi... Mi raccomando partecipate tutti ci sono magnifici premi in palio!!!!
Non vedo l'ora di leggere i vostri post... in veste di giurata devo puntualizzare che la mia ricetta non parteciperà al contest...era solo un modo per lasciarvi qualcosa di me, raccontarvi il mio "gioiello nel piatto"...e il vostro qual'è??

51 commenti:

  1. Ma che romantico!!! invidia, invidia, invidia :-))) e questi medaglioni??? una goduria

    RispondiElimina
  2. Mi sono commossa, queste favole a me non capiterà di viverle mai....lui al massimo mi dice: amore..cosa mi hai fatto per cena? :-(
    però mi dice "amore" ;-)
    Buona giornata Ambra.

    RispondiElimina
  3. Che post romanticissimo...
    W l'ingegnere e l'anello!...che bella storia
    grazie per averla condivisa con noi...
    un abbraccio

    I medaglioni di polenta sicuramente sono bu o ni ssi mi!

    C

    RispondiElimina
  4. ecco ! si ! questa è davvero una favola... ma che bello !!! ero assorta ad immaginare la scena.....

    Ovvio che i medaglioni, seppure buoni mi hanno stizzicato meno la fantasia !!
    Un bacio grande

    RispondiElimina
  5. Anche noi abbiamo deciso di sposarci a Firenze...la zona era diversa, ma l'atmosfera ugualmente magica. Che la magia di quella sera non vi abbandoni mai, nonostante la routine! :) Un bacio con lo schiocco.

    RispondiElimina
  6. Ciao Ambra, sono un'inguaribile romantica e queste storie mi piacciono da morire sarà che mi ricordano anche la mia favola d'amore con mio marito. i medaglioni mi sembrano molto giduriosi. bacioni

    RispondiElimina
  7. e' verament eun inizio di una storia bellissima e spero continui per tutta la vita.un abbraccio forte e ate e ai tuoi figlio cche sono veramente il frutto di questo amore!

    RispondiElimina
  8. Sai che mi hai fatto commuovere con questa storia da fiaba scriciola? Meno male che le fiabe esistono ancora e ogni tanto si avverano anche.
    Un bacione grande

    RispondiElimina
  9. Bella storia!!!!!! Uhh, Firenze, sto gonfiando di orgoglio: è la mia città!!!!!! ;-))
    Franci

    RispondiElimina
  10. Cavolo...su Ponte Vecchio...troooooooppo romantico!!! che bello, mi sono commossa!!
    alla fine gli ingegneri non sono poi così orsi...io sono di parte, sono della categoria ;)
    un bacione

    RispondiElimina
  11. Boh... mi son commossa. E non è da me, ti assicuro. Probabilmente ha creato un'empatia speciale nel raccontarlo...
    E poi Firenze è una grande complice...
    Un bacione :_)

    RispondiElimina
  12. ma che bellissimo post!!!
    Io sto con il mio fidanzato da tempo immemorabile e viviamo insieme da più di 3 anni, il matrimonio è uno dei miei pensieri più assidui, ho addirittura salvato sul PC la foto dell'abito dei miei sogni, prima o poi spero che anche lui ceda per lo sfinimento e mi faccia vivere una favola come la tua ;p
    Complimenti anche per la ricetta, semplice e gustosa!

    RispondiElimina
  13. Che romanticoooooo!!!!! Bellissima ricettina e complimenti per il racconto!!!! Baci

    RispondiElimina
  14. Che bel post super romantico!!!!
    un bacio

    RispondiElimina
  15. Non mi capiterà mai così questa favola;(....Bellissima proposta, Ambra!
    Un bacione

    RispondiElimina
  16. Che dolcezza questi tuoi ricordi ♥♥♥

    RispondiElimina
  17. Ma sai che vi ho immaginati per tutto il racconto???
    Ho visto te galleggiare nell'aria dall'emozione...
    Baci tesoro romantico!

    Bellissimi questi medaglioni, sembrano delle pizzettine

    RispondiElimina
  18. bello bello bello tesoro....hai raccontato questo momento magico con la tenerezza e la dolcezza che solo una donna splendida come te sa fare!!!!ma lo sai che è lo stesso anello con il quale anche mio marito mi chiese di sposarlo:D??!!!sono mementi bellissimi che rimangono nel cuore e anche la polenta nn si dimentica:D che golosa che è!!bacioni e ti voglio un mondo di bene,imma

    RispondiElimina
  19. Che racconto fantastico!!!...ho le lacrime agli occhi!!!...chissà che emozione fortissima avrai provato!

    La polenta è ottima!!!

    RispondiElimina
  20. WOW! Ma lo sai che mi sono commossa! Io a Firenze ci abito e non ti dico quante volte vedo coppie di innamorati sul ponte vecchio al chiaro di luna...Immagino sia veramente romantica una proposta fatta in un luogo così magico...adesso tutte le volte che passerò da li, penserò a te! E al tuo fantastico ingegnere! ^-^ E ottima anche questa ricetta che fa da cornice a questa splendida favola!

    RispondiElimina
  21. bellissima storia...anche io a mio marito, quando 5 anni fa si è laureato in medicina,ho regalato una fuga romantica a firenze...ho un bellissimo ricordo di quei giorni...bellissima ricetta!

    RispondiElimina
  22. che bello poter ricordare queste emozioni..... ma i complimenti anche per la tua ricetta... i tuoi post sono belli e genuini perchè in ognuno ci metti la vita dentro....
    un bacio
    Ely

    RispondiElimina
  23. Che tenerezza, ognuna di noi ha la propria storia e la propria proposta, ma le lacrime di gioia, ah quelle sono la costante che ci tiene unite! Bellissimo questo post

    RispondiElimina
  24. Io a Firenze ci vivo, ma quella capra del mio compagno al massimo quando passa sul Ponte Vecchio si lamenta dei troppi turisti...

    RispondiElimina
  25. Oh mamma, che meraviglia...proprio come nei film....o quasi...dai, però che romantico.....
    Adesso ogni volta che mangerò la polenta penserò a questa storia......
    Un bacione e complimenti per il post dolcissimo

    RispondiElimina
  26. Ma che racconto romantico! Bellissimo post!

    Ciao e buona serata!

    RispondiElimina
  27. una storia meravigliosa.......proprio come nei film.....bellissima anche la ricetta....un bacio

    RispondiElimina
  28. una storia dolce e romantica....un post intimo e tenero e una polentina da leccarsi i baffi!!! complimenti!!!

    RispondiElimina
  29. Ciao, non ti nascondo che leggendo il tuo post mi sono davvero emozionata...grazie per aver condiviso con noi questo momento magico della tua vita!
    Buonanotte Ele

    ps:ovviamente complimenti anke per i golossisimi medaglioni di polenta!

    RispondiElimina
  30. Ambra sei dolcissima, da qui si vede che moglie, che mamma e che persona stupenda sei.
    non te lo dico per un finto elogio, ma mentre leggevo mi immaginavo davvero questi due innamorati e mi rivedevo io stessa nella parte dei piedi gonfi come maritozzi ^_^
    Ammetto che mi son commossa :)

    RispondiElimina
  31. Che meraviglia Ambra, mi hai fatta davvero emozionare!
    baci

    RispondiElimina
  32. Un post gioiellino, bellissimo...

    RispondiElimina
  33. Ho gli occhi lucidi, un abbraccio.

    RispondiElimina
  34. ^_^ che bei momenti! Mi segno la ricetta così semmai si decidesse a chiedermi di sposarlo saprò che piatto preparare ;D

    RispondiElimina
  35. Sinceramente?!...mi son proprio commossa!
    sarò un'inguaribile romantica... ma che ci posso fare!!!
    Boni i medaglioni di polenta... ma che te devo dì... pensa la ponte vecchio ;)
    baci!

    RispondiElimina
  36. Eccomiiiiiiiiiii!!Sono la tua ""Topona""",ma una topona bastonata!!!Si,devi sapere che stò dalle 19,10 cercando di parlare un pò con te!!!Stò maledetto,va lento come una lumaca,mannaggia proprio ora che avevo tante cose da dire!O Ambrù dalla rabbia lo scasserei di botte,se non fosse che mi sono improvvisamente raddolcita...la tua storia così romanticamente descritta mi ha sciolto il cuore..Ma sai che ti ho immaginata,quando con i piedi a"" panettone ""camminavi barcollando,pur di arrivare a quel ponte!!!Tra il sorriso per la scena,anche un sospiro ha accompagnato il tuo raconto!!Dolce svampitella,tu meriti il meglio e ti auguro con il cuore che la tua favola continui all'infinito.....Uè, i papà devono sempre correre in soccorso,sembri me..ogni cosa,ancora oggi,lo vedo come il mio salvatore..E mò tesorù, con la speranza che questo messaggio riesca ad inviartelo,vado via....ma prima ti fai dae un abbraccio e la buona notte!!!

    RispondiElimina
  37. un post meraviglioso, complimenti cara, un po' a te, ma sopratutto all'Ingegnere per il gran colpo che ha fatto sposandoti! ;-)
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  38. Sono troppo contenta che la mia città abbia fatto da cornice a questa splendida vicenda. Se l'inizio della cena è stato con questo bell'antipasto, mi immagino il resto della cena.
    Mi hai fatto commuovere, some sempre dolce tesoro.

    Bacioni e buon week end.

    RispondiElimina
  39. Tanto tanto romantica la "tua favola" Ambra... il sogno di ogni ragazza! Complimenti per la tua dolcezza... Baci. Deborah

    RispondiElimina
  40. Lo sai che mi hai fatto emozionare? Davvero molto bella e romantica! Complimenti ad entrambi.

    Un grosso abbraccio Donatella

    Ah dimenticavo,i medaglioni sono fantastici,ma il contorno lo è ancora di più ;-)

    RispondiElimina
  41. Mi hai emozionata con il tuo racconto romantico: la testimonianza che a volte i sogni si realizzano :D
    Andando sul materiale, mi vado a gustare un medaglione ...

    RispondiElimina
  42. bellissimo il tuo racconto...l'ho letto tutto d'un fiato...mi hai emozionata!!
    da buona padovana non può che piacermi da morire questo medaglione...lo farò!!!un abbraccio!!!!!ciaooooooooooo

    RispondiElimina
  43. Che momenti!!! se penso ancora mi tremano le ginocchia!!! molto romantico il tuo racconto.... un abbraccio, buona Domenica:)
    patricia

    RispondiElimina
  44. Che bello Ambra!!! :) L'inge la sa lunga eh? Baci

    RispondiElimina
  45. Eccomi qui... Avrei voluto essere la prima a commentare questa meravigliosa storia d'amore ma purtroppo come sai sono a letto con l'influenza. anche se non c' ero mi sembra di vedere tutta la scena e mi sembra anche di vedere quegli occhietti vispi riempirsi di commozione e gioia... Vi auguro di vivere questa favola per tutta la vita. Ti voglio bene

    RispondiElimina
  46. è proprio come una favola!! e con illieto fine, pergiunta!! bello bello il tuo racconto, mi piacciono questi contest che ci permettono di conoscere sempre un pochino di più delle persone che stanno oltre lo schermo e che *incontriamo* forse di più di qualcunoc he abbiamo vicino!! grazie Ambra per aver condiviso un momento così speciale con noi!!

    RispondiElimina
  47. Ma guarda che buoni sti medaglioni di polenta.. con salsiccia e pomodoro.. belli gustosi!!!! Baci e buona domenica :-D

    RispondiElimina
  48. oh ambra.... che racconto dolcissimo, degno di te.
    grande il maritino.... davvero!
    un bacio ad entrambi!
    ciao

    b

    RispondiElimina
  49. Che racconto romantico Ambra...mi ha preso il cuore, davvero! :-D
    Così delicato e così...vero!
    Un bacione enorme
    Ago

    RispondiElimina
  50. Grazie davvero a tutti, ho sempre timore ad aprirmi ma i vostri commenti mi hanno davvero toccato il cuore!!!!Smack
    Mi raccomando partecipate al contest!!!!

    RispondiElimina