lunedì 24 maggio 2010

La casa nel bosco - Capitolo quarto - Il mio piccolo orto

L’orto è un tesoro che mi porto dietro da sempre.

Mio nonno poi mio papà mi hanno insegnato, tramandato, la cultura del mangiare sano ma anche la scoperta dei sapori e degli aromi autentici della terra.

Il profumo dei pomodori è qualcosa che ormai ricorda solo qualcuno ma chi come me ha la fortuna di coltivarli può gioire entrando nella serra e respirandone a pieni polmoni.

Quando abbiamo deciso di affittare questa casetta nel bosco siamo stati subito d’accordio sul fatto che l’orto era un’esperienza assolutamente imperdibile per noi ma anche per i nostri bimbi.

Coltivare le verdure infatti ha una valenza educativa, insegna ai bambini ad amare la terra, ad imparare i ritmi della natura ed anche ad apprezzare di più ciò che di solito non mangiano volentieri .

Questa introduzione per comunicarvi che finalmente, dopo aver vangato e concimato il terreno le scorse settimane, questo week end abbiamo posato le piantine scelte insieme qualche settimana fa.

Pomodori, peperoni, melanzane, peperoncini, zucchini, verze estive, sedani, cipolle rosse e zucche di cui vi racconterò la crescita nelle prossime settimane e di cui spero potrò cucinare per voi i frutti.

E’ stato bello fare questo lavoro insieme (si fa per dire), vedere le manine di Margherita mettere nella terra una piantina di zucchini mentre Alessandro giocava con i vasetti vuoti sporcandosi a più non posso!!!

qua-mag qua-ale

Vi ragguaglierò più avanti sui risultati ottenuti, per il momento vi regalo la solita carrellata di immagini settimanali e vi porto con me ancora una volta nei miei prati che anche questa volta non mi hanno lasciato a mani vuote.

qua-1 qua-9

qua-11 qua-3

qua-5 qua-13

qua-10 qua-6

qua-7 SAM_3356

qua-12 qua-8

Capitolo quarto – Trifoglio prantense (o violetto) e ancora timo selvatico

SAM_4645 SAM_3968

Fiori di trifoglio violetto in pastella

Questa pianta è molto comune nelle nostre campagne, il suo fiore violetto è non solo commestibile ma anche molto buono per frittate, insalate o in pastella…

<SAMSUNG DIGITAL CAMERA>Ingredienti:

- Un cestino di fiori di trifoglio pulitio

- 150g di farina

- 4 cucchiai di olio evo

- acqua frizzante fredda q.b.

- Olio di semi per frittura

- Sale e pepe

<SAMSUNG DIGITAL CAMERA>

1) In un contenitore incorporare l’olio evo con la farina, aggiungere acqua frizzante fredda q.b. in modo da ottenere un pastella fluida ma non troppo, salare e pepare

2) Riporre la pastella in frigo per trenta minuti circa

3) Immergere i fiori nella pastella e friggerli in abbondante olio caldo

4) Servire caldi

<SAMSUNG DIGITAL CAMERA>

 

ricettagemellata1

Piadine semplici al timo selvatico

<SAMSUNG DIGITAL CAMERA> 

Ingredienti (per 6/7 piadine):

- 300g di farina

- 150g circa di acqua tiepida

- 2/3 cucchiai d’olio evo

- 1 cucchiaino di sale

- 1 mazzetto di timo selvatico

1) formare l’impasto mescolando la farina con l’olio, il sale e acqua tiepida q.b. per formare un impasto elastico ed omogeneo

2) Incorporare all’impasto il timo pulito e sminuzzato

3) Fare 6-7 palline di impasto della stessa dimensione e stenderle con il mattarello creando dei dischi sottili

4) Cuocere le piadine sulla piastra o in padella qualche minuto per lato

5) Servire calde ed accompagnare a salumi e formaggi

<SAMSUNG DIGITAL CAMERA> 

Vorrei lasciarvi ringraziandovi infinitamente, questo piccolo spazio nato quasi per gioco mi sta dando grosse soddisfazioni, devo dire che in tutto questo viaggio la cosa più bella è l’affetto che mi avete dimostrato e che manifestate per questa umile rubrica che parla di cose semplici e per alcuni di voi forse lontane.

Vorrei dedicarvi un pensiero e ripetervi che se vorrete potrete venire ancora tra i miei boschi e godervi questo panorama…grazie!

SAM_4666

22 commenti:

  1. Ambra a parte che il tuo prto è fantastico e potrei passarci le giornate....
    Non sapevo che i fiori di trifoglio fossero commestibili...e quindi GRAZIE!
    E anche per le piadine hai avuto un'idea fantastica! Il mio timo sul balcone sta crescendo prospero e la piadina sarebbe perfetta....

    RispondiElimina
  2. vengo anche io nel bosco con ambra!!!!!
    ciao bella, come va? scusami se ho latitato per impegni, oggi sto recuperando e ho anche scritto una parte della mia erranza :-) prossimo giro in questo bosco!
    un bacione

    RispondiElimina
  3. Ambra, non ti smentisci mai! Ma che bel carattere!!E ti accontenti di...poco!!!Si fa per dire....!!!!Un posto così splendido, non è tanto poco.E che bei bambini!!!!!Beati loro che possono respirare ancora un pò di aria pura. Buona giornata deny

    RispondiElimina
  4. Ambra cara! Che meraviglioso post...
    Curare un orto è un sogno per me e pagno, speriamo di comprare anche noi una casa in campagna (bhè nel bosco sarebbe una favola.
    Al momento ho un orticello in vasi, in veranda...non è enorme ma mi accontento ^_^
    Le immagini sono speciali, quanto le ricetta, davvero molto originali! Complimenti
    E poi quei papaveri come sfondo...sono i miei fiori preferiti.
    Un bacione cara e grazie per questo regalo, per me contemplare la natura ovunque essa sia "disegnata", in foto, in video dal vivo è sempre un'emozione!

    RispondiElimina
  5. che invidia che ci fai, nel senso buono da uno che coltiva solo le piante aromatiche sul balcone, orto è una ricchezza non solo gourmand ma anche di conoscenza

    RispondiElimina
  6. Ma dov'e' questo posto paradisiaco?? Che invidia, quella buona pero'...Non sapevo si potesse mangiare mangiare il trifoglio, che curiosita'! Complimenti Ambra, se potessi mollare tutto mi trasferirei in un posto cosi'.

    RispondiElimina
  7. Questo post è splendido tesoro, dall'inizio alla fine e i tuoi due bimbi sono un amore. Ma non potevano essere altrimenti con una mamma così speciale. La tua casetta nel bosco sembra la casetta dei miei sogni, non so che darei per immergermi in quella natura lontano da tutto e da tutti. Un bacione, sei super ^_^

    RispondiElimina
  8. adoro questa rubrica ambra mi riportà quella serenità che la vita caotica di città nn ci concede e poi le foto cosi belle e i tuoi bimbi a contatto con la natura sono splendidi!!!le ricette super gustose e da segnare subito!!!bacioni imma

    RispondiElimina
  9. la soddisfazione nel mangiare i prodotti dell'orto è impagabile!

    RispondiElimina
  10. una la crimuccia di gioia scende sul viso... è una magia vedervi li contenti e felici a godervi una meraviglia di casetta... e quei due bimbi che pasticciando imparano a crescere sono di una bellezza indescrivibile.. per non parlare delle due mitiche ricettine...(che bello vedere i bastoncini in azione!!!)... mi sei mancata un bacio grande

    RispondiElimina
  11. Ambra, che bello il tuo post, ti capisco benissimo, sono cresciuta con l'orto di mio padre e tutt'ora quando ho bisogno di verdure passo da lui per raccoglierle, pero' per ora sono solo una consumatrice abituale. La mia coltivazione riguarda solo qualche piantina aromatica che pero'adoro:)

    Splendide le ricettine!!! bacioni!

    RispondiElimina
  12. Che bellezza, Ambra!!!! Veramente è bellissimo e bellissime foto! Brava! Grazie per belle ricette! Mi segno quella con il trifoglio che proprio un ora fa sono passata per i campi e li ho visto tantissimi e mi chiedevo cosa si potrebbe fare di loro, visto che le mucche lo mangiano volentierissimo e fanno buon latte, quindi, anche e per noi dovrebb'essere buonissimo!
    Un bacione!

    RispondiElimina
  13. Ciao Ambra, sai che sabato anche noi (finalmente senza pioggia) siamo riusciti a piantare tutte le piantine ne'orto.....ora incrociamo e dita e speriamo che il tempo non faccia cilecca!!!!

    RispondiElimina
  14. Fai benissimo a trasmettere questa passione ai tuoi bimbi, se la porteranno dietro per tutta la vita e te ne saranno grati!
    Ciao :)

    RispondiElimina
  15. Ambra è tutto bellissimo..una vera poesia.Ma l'immagine più bella è quella di due angeli biondi,intenti a lovarare nel loro orticello.Sai che ho una passione per il biondo..chissà come mai....Delle cose le vedo per la prima volta,grazie a questo viaggio che faccio con te..sai che ti faccio compagnia?I fiori in pastella sono uno spettacolo eche dire delle piadine?niente..è sempre un piacere venire a trovarti!Un bacio bella fanciulla a te e ai tuoi bellisimi figli!

    RispondiElimina
  16. Ciao Ambra, ti lascio questo link, cucini con i fiori, le erbe, sarebbe interessante fare un collegamento..se ti va! Dai un'occhiata.
    http://illuppoloselvatico.wordpress.com/ricette-gemellate-2/

    RispondiElimina
  17. Ahhhhgggg hai anche l'orto...non è che per caso avresti voglia di adottarmi!?come sorellastra...come sguattera, come bambinaia...fa' tu...se vuoi zappo pure!!!

    Tutto questo perchè è una settimana che discuto con mamma...ho 2 cocciole in croce in balcone e ho piantato qualcosina, spezie...limoni...peperoncini...e se non mi accorgevo che lei stava smanocchiando tra i vasi, avrebbe fatto tabula rasa di tutte le mie amate piantine...grrr!!!

    RispondiElimina
  18. CHE INVIDIA LA VITA IN CAMPAGNA CON I BIMBI E MOLTO BELLE E INTERESSANTI LE TUE RICETTINE.

    RispondiElimina
  19. anche mio marito fa l'orto, e il nostro piccolo Ottavio lo aiuta sempre volentieri! pensa che da grande dice che vuole fare il giardiniere! ieri sera addirittuta quando siamo arrivati a casa è stato lui a proporre al papà di rasare l'erba del prato!
    Bravissimi!!! baci

    RispondiElimina
  20. Lo sai, vero, che i tuoi post ambientati nel bosco mi commuovono tantissimo? Come vorrei anch'io avere l'orto, accostarmi alla natura, coltivare ortaggi e raccogliere io stessa ciò che mangio... le erbe selvatiche sono un buon compromesso, anzi, grazie per avermi fatto conoscere questi bei fiorellini viola, potrebbero essere un'idea strepitosa per una frittata!

    RispondiElimina
  21. splendido posto! le foto poi sono strepitose!! complimenti!

    RispondiElimina
  22. Mamma che posto spettacolare! questa tua rubrica è sempre così piacevole...un viaggio in un'altra dimensione!
    stupende le fruttelline di trifoglio!!! e le piadine...che dire... scapperei lì:)

    RispondiElimina